Stai leggendo:

"The Life of David Gale" di Alan Parker

11 marzo 2003 Recensioni 1 Commento
The Life of David Gale

Uip, 21 Marzo 2003 – Imperfetto

David Gale insegna filosofia all’Università di Houston ed è un attivista contro la pena di morte, ma viene condannato a morte per aver violentato e ucciso un’amica attivista come lui. Tre giorni prima della sua esecuzione, Gale decide di rilasciare un’intervista esclusiva ad una giovane giornalista rampante…


Kevin Spacey e Kate Winslet (di spalle) in The Life of David GaleAlan Parker ha sempre raccontato storie a sfondo sociale – da Mississippi Burning (1988) sugli scontri razziali tra bianchi e neri negli anni ’60, la crisi di alcuni giovani musicisti nella piovosa Dublino The Commitments (1991) o la tragica storia di una famiglia irlandese in Le ceneri di Angela (1999) – cercando in ogni caso di farci riflettere, di entrare dentro la coscienza dello spettatore. Con The Life of David Gale, il regista si immerge nel complicato argomento della pena di morte, senza però spingersi oltre, poiché lo usa morte come punto di partenza per costruire un thriller che convince solo a metà.

Kevin Spacey e Laura Linney in The Life of David GaleInfatti, nella prima parte del film Gale, attraverso una serie di flashback, svela alla giornalista molti particolari della sua tormentata vita, e cattura l’attenzione grazie ad una tensione sempre palpabile. Nella seconda parte si scopre un po’ di più sulla vita di Gale ma principalmente dell’amica che ha ucciso, ed è proprio a questo punto che il film perde la sua anima. Si crea molta suspense attorno al personaggio di Gale, però man mano che si va avanti svanisce poiché le scelte dello sceneggiatore Charles Randolph portano i fatti su un territorio diverso da quello iniziale, alterando così il climax della storia.

Gabriel Mann e Kate Winslet in The Life of David GaleKevin Spacey è bravo come al solito (specialmente quando si lascia andare alla disperazione), Kate Winslet funziona nel ruolo della giornalista, mentre Laura Linney nei panni dell’idealista e sofferente Constance è decisamente convincente. Ma quando una storia è debole, gli attori più di tanto non riescono a fare. Di punti deboli ce ne sono tanti, e quello più evidente è probabilmente la frenesia con la quale la giornalista capisce come stanno le cose. Un po’ più di incertezza e di smarrimento avrebbe reso più coinvolgente la fase finale del film. Però, purtroppo, non è così.


La locandina di The Life of David GaleTitolo: The Life of David Gale (Id.)
Regia: Alan Parker
Sceneggiatura: Charles Randolph
Fotografia: Michael Seresin
Interpreti: Kevin Spacey, Kate Winslet, Laura Linney, Matt Craven, Rhona Mitra, Cleo King, Constance Jones, Melissa McCarthy, Lee Ritchey, Gabriel Mann, Brandy Little, Cindy Waite, Jim Beaver, Leon Rippy, Jesse De Luna, Vernon Grote
Nazionalità: USA, 2002
Durata: 2h. 11′


Percorsi Tematici

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Attualmente c'è 1 commento a questo articolo:

  1. […] capire nel giro di pochi minuti il trucco dietro a The Village ma probabilmente non quello dietro a The Life of David Gale, e sicuramente non quello svelato dai titoli di testa de Il cartaio. Questo perché se il primo […]

Scrivi un commento







Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure puoi iscriverti alla pagina senza commentare.