Stai leggendo:

"Una voce nella notte" di Patrick Stettner

9 gennaio 2007 Recensioni 0 Commenti
Alberto Cassani, 9 Gennaio 2007:Scorretto
Videa-CDE, 12 Gennaio 2007

Gabriel è un romanziere in crisi: il suo partner l’ha appena lasciato e lui ha il blocco dello scrittore. Un amico editore gli consegna un libro di memorie, scritto da un quattordicenne che racconta nei dettagli gli orrori e le molestie subite dal giovane da parte dei genitori e dei loro amici…


Ingannevole è il cuore più di ogni cosa… E ingannevole è anche la regia di Patrick Stettner in questo adattamento cinematografico dell’omonimo romanzo di Armistead Maupin pubblicato in Italia da Rizzoli. Perché che si tratti di un thriller classico piuttosto che di un “thriller del cuore” – come Maupin ha definito il suo libro – se il regista sbaglia (volutamente?) a mescolare le carte all’inizio della partita, allora tutto il castello crolla al primo soffio di vento e lo spettatore non può credere a ciò che ha visto. Che sia voluto oppure no, il modo in cui Stettner mette in moto la vicenda non funziona, e tutto il film risulta uno sterile racconto di paranoia.

Peccato, perché in realtà Una voce nella notte è un film ben confezionato e con una trama di base ben architettata attorno all’ossessiva ricerca da parte di uno scrittore e deejay di un suo piccolo ammiratore vittima delle molestie sessuali perpetrate dai genitori. Una trama largamente ispirata al reale rapporto tra Maupin ed Anthony Godby Johnson, autore di Ho chiesto di avere le ali (Sonzogno), ma che ha molti punti di contatto anche con la storia del J.T. LeRoy di Ingannevole…. Ma al di là di come è scritta e cosa racconta, è il modo in cui la storia è raccontata che non funziona, risultando alla fine dei conti anche decisamente irritante.

Tra l’altro, Robin William si dimostra ancora una volta molto bravo in questo tipo di pellicole (Insomnia, One Hour Photo, The Big White), mentre Toni Collette recita sempre sopra le righe donando comunque la giusta fisicità al suo personaggio. E grazie anche a loro, il thriller avrebbe anche potuto appassionare. Se solo il regista non avesse preso in giro lo spettatore in questo modo.


Titolo: Una voce nella notte (The Night Listener)
Regia: Patrick Stettner
Sceneggiatura: Armistead Maupin, Terry Anderson, Patrick Stettner
Fotografia: Lisa Rinzler
Interpreti: Robin Williams, Toni Collette, Rory Culkin, Joe Morton, Bobby Cannavale, Sandra Oh, John Cullum, Lisa Emery, Guenia Lemos, Marcia Haufrecht, Nick Gregory, Ed Jewett
Nazionalità: USA, 2006
Durata: 1h. 21′


Percorsi Tematici

  • Non ci sono percorsi tematici collegati a questo articolo.
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Scrivi un commento







Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure puoi iscriverti alla pagina senza commentare.

Incassi dal 16 al 18 settembre

  • 1. Alla ricerca di Dory (5.565.727)
  • 2. Trafficanti (879.300)
  • 3. Io prima di te (836.117)
  • 4. L'estate addosso (757.222)
  • 5. Independence Day - Rigenerazione (649.407)
  • 6. The Beatles - Eight Days a Week (582.407)
  • 7. L'era glaciale: In rotta di collisione (485.655)
  • 8. Jason Bourne (267.705)
  • 9. Man in the Dark (239.614)
  • 10. Fuck You Prof! 2 (149.989)