Stai leggendo:

Wonderstruck di Todd Haynes

20 maggio 2017 Recensioni 0 Commenti
Il manifesto del Festival di Cannes 2017

Inedito in Italia – Programmatico

Nel 1977 Ben ha 11 anni e vive nel freddo Minnesota. Dopo la morte della madre, e dopo un incidente che l’ha lasciato sordo, decide di fuggire verso New York per rintracciare il padre che non ha mai conosciuto. Un viaggio molto simile a quello fatto nel 1927 da Rose, anche lei sorda…


Tratto dal romanzo La stanza delle meraviglie di Brian Selznick (Hugo Cabret) e sceneggiato dallo stesso autore, Wonderstruck ha buone possibilità di portare a casa qualche premio importante dal Festival di Cannes 2017. E’ un film chiaramente studiato a tavolino, come tutti quelli diretti finora da Todd Haynes, ma rispetto alle opere precedenti del regista californiano è molto meno trattenuto emotivamente, e può quindi piacere più facilmente. Paradossalmente, però, per questo stesso motivo potrebbe far storcere il naso a qualche fan della prima ora.

Anche la messinscena sembra aver avuto un’evoluzione, perché il freddo formalismo tipico dell’ultimo Haynes lascia qui il posto a scelte più interessanti e originali, come il viaggio di Rose costruito alla stregua di un film degli anni Venti e il racconto dell’incontro tra i genitori di Ben mostratoci con figurine animate che paiono uscite dalla ricostruzione in miniatura della città di New York. A rendere queste scelte particolarmente efficaci, più che la fotografia del fido Ed Lachman conta questa volta l’ottima colonna sonora di Carter Burwell, già nominato all’Oscar per Carol.

Nonostante il finale emozionante e in un certo senso persino melenso, Wonderstruck resta comunque un film cerebrale, opera di un intellettuale del cinema più che di un artista. Ma come ha già dimostrato più di una volta in passato, si tratta di un intellettuale capace di maneggiare egregiamente la materia. Chissà se questa volta il grande pubblico sarà finalmente interessato?


La locandina di WonderstruckTitolo: Wonderstruck
Regia: Todd Haynes
Sceneggiatura: Brian Selznick
Fotografia: Ed Lachman
Interpreti: Oakes Fegley, Julianne Moore, Millicent Simmonds, Michelle Williams, Jaiden Michael, Tom Noonan
Nazionalità: USA, 2017
Durata: 1h. 57′


Percorsi Tematici

  • Non ci sono percorsi tematici collegati a questo articolo.
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Scrivi un commento








Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].