Stai leggendo:

"Carol" di Todd Haynes

5 gennaio 2016 (18 Maggio 2015) Recensioni 2 Commenti
Carol

Lucky Red, 5 Gennaio 2016 – Trattenuto

New York, 1952. Carol Aird sta divorziando dal marito quando incontra una giovane commessa di un grande magazzino. Le due legano all’istante e cominciano a frequentarsi discretamente, ma quando decidono di intraprendere un viaggio insieme che la loro passione si infiamma…


Rooney Mara e Cate Blanchett in CarolColpo al cuore della stampa presente al Festival di Cannes 2015, Carol è in realtà un film passionale ma freddo, girato con perizia ed eleganza ma trattenuto più che controllato. Stavolta Haynes, che non girava un film dal Io non sono qui del 2007, non ripercorre la strada stilistica intrapresa ai tempi di Lontano dal Paradiso e preferisce dare al suo adattamento dell’omonimo romanzo di Patricia Highsmith (Bompiani) un look più classico (pur girando con l’ormai desueta pellicola in vece dell’onnipresente digitale) e meno sfarzoso, che si adatta benissimo alla discrezione della sua protagonista ma che proprio per questo non riesce a farsi ricordare in nulla.

Cate Blanchett in una scena di CarolIl personaggio che dà il titolo al film è interpretato magnificamente da una Cate Blanchett cui basta pochissimo per rendere sul grande schermo la gamma di emozioni che Carol si trova a esprimere. Al suo fianco Rooney Mara – truccata e pettinata per assomigliare a Audrey Hepburn – fa più fatica a rendere le sfaccettature del personaggio, ma tra le due attrici si crea un’ottima alchimia, ed è proprio questa alchimia che rende il film credibile. La loro storia d’amore è poi ottimamente sottolineata dalla splendide musiche dell’esperto Carter Burwell, sicuramente l’aspetto migliore della pellicola.

Carol non è un brutto film, intendiamoci, e fa un ottimo servizio nel mettere in scena un amore omosessuale senza renderlo pruriginoso, ma gli manca qualcosa che lo faccia davvero decollare, qualcosa che riesca a dare alle emozioni degli spettatori la stessa intensità di quelle che provano le due protagoniste. Difficile che lasci la Croisette a mani vuote, e probabilmente alla prossima notte degli Oscar sentiremo pronunciare spesso il suo titolo. E quasi certamente Cate Blanchett ci arriverà da favorita.


La locandina di CarolTitolo: Carol (Id.)
Regia: Todd Haynes
Sceneggiatura: Phyllis Nagy
Fotografia: Ed Lachman
Interpreti: Cate Blanchett, Rooney Mara, Sarah Paulson, Kyle Chandler, Corey Michael Smith, Jake Lacey, Carrie Brownstein, John Magaro, Kevin Crowley, Jayne Howdyshell, William Wyllet, Steven Andrews, Giedre Bond, Bella Garcia
Nazionalità: USA, 2015
Durata: 1h. 58′


Percorsi Tematici

  • Non ci sono percorsi tematici collegati a questo articolo.
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Attualmente ci sono 2 commenti a questo articolo:

  1. skumkyman scrive:

    condivido, é un film dimenticabile.

  2. Annalisa scrive:

    Film davvero bello!!! ma c’è una frase che mi ha fatto davvero ridere nel momento sbagliato, quando invece doveva esserci il massimo del trasporto tra le due e anche grande coinvolgimento per il pubblico, ossia quando le due donne hanno il loro primo “incontro” in albergo, Carol scopre il seno dell’altra e dice: “Io non sono mai stata così” ecco credo che si riferisse alla purezza della giovane, ma messa così dava proprio l’idea che Carol parlasse della taglia delle tette dell’altra, forse le ha trovate troppo piccole per i suoi gusti!!! :-D

Scrivi un commento







Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure puoi iscriverti alla pagina senza commentare.

Incassi dal 23 al 25 settembre