Stai leggendo:

Bones and All di Luca Guadagnino

5 settembre 2022 Recensioni 0 Commenti
Bones and all

Vision Distribution, 23 Novembre 2022 – Autolesionista

Una ragazza scopre di avere una passione irrefrenabile per la carne umana. Abbandonata per questo anche dal padre, scopre però di non essere l’unica. Attraversa allora l’America con un ragazzo conosciuto per caso, vivendo ai margini della società…


Fin dai tempi di Romeo e Giulietta le storie d’amore tra due giovani che non possono stare insieme hanno sempre appassionato il pubblico. Poco importa quale sia la difficoltà che impedisce loro di coronare il loro sogno d’amore: i due troveranno il modo di stare insieme. Usciti dal romanzo Fino all’osso di Camille DeAngelisMaren e Lee si incontrano – ma sarebbe meglio dire si annusano – per caso e capiscono quasi immediatamente di poter essere l’uno la salvezza dell’altro.

Luca Guadagnino sembra aver trovato nelle storie che raccontano la giovinezza e lo sbocciare dell’amore il suo filone ideale. Chiamami col tuo nome fu un notevole successo internazionale e da allora ha esplorato di nuovo il tema con la serie We Are Who We Are e ancora con questo Bones and All. Ricalcando i temi delle due esperienze precedenti, e di secoli di letteratura e cinema prima di lui, Guadagnino ha vita facile nel farci credere nella storia.

Quello che manca a Bones and All è l’emozione e, in un certo senso, la tensione. La storia dei due disadattati che lottano contro tutti e contro se stessi per stare insieme, in cerca di una normalità che a loro è preclusa ci è stata narrata troppe volte, in troppe salse diverse. Non basta più l’originalità: ci vuole la passione, ci vuole una regia che davvero trasmetta tensione (sessuale) e pulsione.

Il regista palermitano non riesce a farci innamorare dei personaggi, soprattutto a causa di un Thimotée Chalamet troppo patinato per essere un “bello e dannato” credibile. Al contrario, Taylor Russell funziona benissimo nella ragazza tormentata e piena di dubbi ma che si fa le domande giuste. In tutto questo spicca il personaggio di Sully (Mark Rylance), unico davvero a creare un personaggio distintivo, subdolo, passionale: a lui si devono le poche scene davvero cariche di tensione.

In fin dei conti, se si escludono alcune scene horror peraltro poco efficaci, Bones and All non è altro che l’ennesima rivisitazione del classico scespiriano di cui non si sentiva la mancanza.


La locandinaTitolo: Bones and All (Id.)
Regia: Luca Guadagnino
Sceneggiatura: David Kajganich
Fotografia: Arseni Khachaturan
Interpreti: Taylor Russell, Timothée Chalamet, Michael Stuhlbarg, André Holland, Chloë Sevigny, David Gordon Green, Jessica Harper, Jake Horowitz, Mark Rylance, Francesca Scorsese, Ellie Parker, Max Soliz, Anna Cobb, Madeleine Hall, Tom O’Brien, Kendle Coffey
Nazionalità: Italia – USA, 2022
Durata: 2h. 10′


Percorsi Tematici

  • Non ci sono percorsi tematici collegati a questo articolo.
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Scrivi un commento







Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].