Stai leggendo:

"Che pasticcio, Bridget Jones!" di Beeban Kidron

15 novembre 2004 Recensioni 3 Commenti
La locandina di Che pasticcio, Bridget Jones!

Uip, 7 Gennaio 2005 – Fiacco

Bridget Jones e Mark Darcy fanno coppia ormai da più di sei settimane, ma essendo Bridget un’insicura cronica teme che lui non sia davvero innamorato di lei. E quando la stazione televisiva per cui lei lavora assume Daniel Cleaver e li manda in Thailandia insieme, nella sua testa le cose si complicano ancora di più…


Hugh Grant e Renée Zellweger in Che pasticcio, Bridget Jones!Rimanendo per quanto possibile fedele al romanzo di Helen Fielding, la Working Title ci propone questa seconda avventura cinematografica della giornalista più imbranata d’Inghilterra. Affidarsi però a una regista anonima come la Kidron (A Wong Foo, grazie di tutto! Julie Newmar) si rivela un grosso errore. Lo stile piatto con cui la pellicola è girata non aiuta, infatti, a nascondere le pecche di una sceneggiatura monotona e prevedibile, capace realmente di far ridere solo di rado. Il risultato generale è anzi a tratti stucchevole e noioso. Niente che possa tener lontano il pubblico, comunque, che probabilmente finirà per trovare godibile persino l’agghiacciante scena della prigione thailandese.

Colin Firth e Renée Zellweger in Che pasticcio, Bridget Jones!Basterebbe dare una scorsa ai brani che compongono la colonna sonora per rendersi conto di come questo sia tutto fuorché un’operazione artistica, ma se il risultato fosse ben riuscito (come nel caso del primo episodio) non ci sarebbe niente di male. Invece, nonostante alcuni degli attori ci si mettano d’impegno, l’ora e tre quarti di proiezione scorre lenta e il fatto che la battuta migliore del film ce l’abbia un personaggio molto secondario (il padre di Bridget, sulle sigarette) dovrebbe far suonare un campanello d’allarme nella testa dei produttori. Perché stavolta il “limite della ragione” (cinematografica) s’è passato da un pezzo.


La locandina di Che pasticcio, Bridget Jones!Titolo: Che pasticcio, Bridget Jones! (Bridget Jones: the Edge of Reason)
Regia: Beeban Kidron
Sceneggiatura: Andrew Davies, Helen Fielding, Richard Curtis, Adam Brooks
Fotografia: Adrian Biddle
Interpreti: Renée Zellweger, Colin Firth, Hugh Grant, Jacinda Barrett, Gemma Jones, Jim Broadbent, Shirley Henderson
Nazionalità: Regno Unito – Francia – Irlanda – USA, 2004
Durata: 1h. 48′


Percorsi Tematici

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Attualmente ci sono 3 commenti a questo articolo:

  1. cassani io con hugh grant sto per vedere in dvd quattro matrimoni e un funerale.
    l’hai visto?
    che ne pensi?

  2. dopo aver visto quattro matrimoni e un funerale sono d’accordo con te cassani
    film carino e divertente.

Scrivi un commento







Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure puoi iscriverti alla pagina senza commentare.

Incassi dal 23 al 25 settembre