Stai leggendo:

"Fish Tank" di Andrea Arnold

15 luglio 2010 Recensioni 1 Commento
Fish Ttank

One Movie, 23 Luglio 2010 – Preciso

Mia è una ragazza di 15 anni, introversa e scontrosa, con una madre che è l’opposto di lei e contro la quale si scontra per qualsiasi cosa. L’hip hop è il suo rifugio, fino a quando non arriva in famiglia il nuovo amante della madre…


Katie Jarvis in Fish TankAndrea Arnold, regista inglese molto apprezzata e premiata (Red Road), racconta una storia che potrebbe essere ritenuta piuttosto banale e già vista (in particolare nel cinema di Ken Loach) ma che proprio dal modo in cui è narrata acquista la sua forza. La regista è abile nel rappresentare il carattere di Mia e quell’insicurezza in se stessa che la madre le ha causato. Mia, chiudendosi in una piccola stanza e ballando l’hip hop, vive i pochi momenti felici della sua vita, altrimenti fatta di lotta e di scontro.

Kierston Wareing in Fish TankLa giovane è interpretata da un’attrice al suo esordio, una ragazza vista per strada mentre litigava col fidanzato. Andrea Arnold cercava un carattere espressivo e naturale, il più aderente possibile a quello del personaggio che avrebbe dovuto interpretare. Una ragazza forte nei modi ma fragile nell’anima, capace di creare una barriera tra se stessa e l’origine del proprio disagio. Mia è alla disperata ricerca di un rifugio, o di un modo per sfuggire a una situazione che non regge più. Questa è la chiave di lettura con la quale interpretare la sua passione per l’hip hop e il suo avvicinamento a Connor, l’amante della madre. Sono due modi diversi per sfuggire alla figura ingombrante della madre ed entrambi si rivelano sbagliati.

La regista rappresenta il bisogno di libertà e di fuga di Mia attraverso un cavallo tenuto incatenato in un parcheggio semi abbandonato, dove vivono uomini ai margini. E non casualmente uno di questi uomini avrà un ruolo importante nella vita di Mia.

Katie Jarvis in una scena di Fish TankFish Tank (letteralmente “acquario”) racconta una vicenda in cui occorre andare molto più in profondità di quanto ci si potrebbe aspettare, a partire dalla comprensione del titolo. Si tratta di uno di quei film nei quali si percepisce nettamente che nulla è casuale ma tutte le scelte della regista vogliono raccontare qualcosa di preciso, sono funzionali mai all’estetica della scena e sempre al racconto della vicenda. Un cinema al quale dedicare volentieri un po’ del proprio tempo.


La locandina di Fish TankTitolo: Fish Tank (Id.)
Regia: Andrea Arnold
Sceneggiatura: Andrea Arnold
Fotografia: Robbie Ryan
Interpreti: Katie Jarvis, Michael Fassbender, Kierston Wareing, Rebecca Griffiths, Harry Treadaway, Sarah Bayes, Charlotte Collins, Chelsea Chase, Brooke Hobby, Jason Maza, Sydney Mary Nash, Joanna Horton
Nazionalità: Regno Unito – Olanda, 2009
Durata: 2h. 04′


Percorsi Tematici

  • Non ci sono percorsi tematici collegati a questo articolo.
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Attualmente c'è 1 commento a questo articolo:

  1. Dile scrive:

    Bellissimo film, pieno di contenuti. Fa riflettere…..molto…da vedere.

Scrivi un commento







Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure puoi iscriverti alla pagina senza commentare.