Stai leggendo:

"Giovani ribelli" di John Krokidas

16 ottobre 2013 Recensioni 0 Commenti
Giovani ribelli

Notorious Pictures, 17 Ottobre 2013 – Semplicistico

Appena arrivato alla Columbia University, Allen Ginsberg fa la conoscenza di Lucien Carr, giovane e turbolento studente di letteratura, e dei suoi amici William S. Burroughs e Jack Kerouac. Da questo incontro nascerà la Beat Generation, ma il passato di Lucien è in agguato…


Dane DeHaan e Daniel RadcliffeIn questi ultimi anni la Beat Generation è tornata ad assumere un posto di rilievo nel cinema hollywoodiano, e in particolare la figura di Allen Ginsberg ha ricevuto una significativa attenzione. Dopo essere stato incarnato più recentemente da James Franco (Urlo) e Tom Sturridge (On the Road), il poeta del New Jersey è nuovamente protagonista di un film destinato al grande pubblico: a interpretarlo troviamo un Daniel Radcliffe determinato a lasciarsi dietro le spalle il fantasma di Harry Potter.

Ben Foster, Daniel Radcliffe, Dane DeHaan e Jack HustonCome la scelta di casting lascia intendere, Giovani ribelli – Kill Your Darlings è un prodotto indipendente destinato a un target di adolescenti, possibilmente con poca dimestichezza nei confronti dei personaggi e delle vicende raccontate. Il film dell’esordiente John Krokidas tenta infatti di condensare in 104 minuti, sia le complesse origini del movimento Beat nella New York degli anni 40 sia l’incontro tra quattro personalità altrettanto complesse e differenti.
Dane DeHaan e Daniel RadcliffeUn compito arduo, non sempre portato a termine con successo da Krokidas e il suo team: la sceneggiatura – firmata dal regista insieme con Austin Bunn – non è in grado di giungere al nocciolo tematico del movimento Beat, e il pur ottimo cast non è supportato da un lavoro di scrittura all’altezza. Radcliffe riesce con successo a far dimenticare al pubblico il suo passato, calandosi in maniera convincente nei panni di un giovane artista dall’animo sensibile; peccato che questo Ginsberg non possieda nessuna traccia della vitalità dirompente e dello spirito innovativo della sua controparte storica. Allo stesso modo, vengono colte solo le caratteristiche più superficiali di Kerouac e Burroughs: il primo viene presentato come un giovane mosso dalla voglia di avventura, il secondo come un tossicodipendente dai modi bizzarri.

Daniel RadcliffeNon è dunque un caso che il personaggio più affascinante del film risulti essere proprio Lucien Carr, il meno storicamente noto dei quattro: privi della soggezione derivante dal raffigurare un mostro sacro della letteratura (Carr si dedicò all’editoria per gran parte della sua vita), Krokidas e Bunn riescono a centrare il loro ritratto di giovane amante della poesia dalla sensibilità complessa, aiutati dalle capacità interpretative di un travolgente Dane DeHaan.
Quando sceglie di abbandonare geni letterari e movimenti storici per concentrarsi sulla perdita dell’innocenza e sul doloroso passaggio all’età adulta, Giovani ribelli è un prodotto di rara efficacia e delicata sensibilità. Peccato che questo avvenga davvero in pochi momenti: il risultato è dunque un prodotto a metà, diviso fra la voglia di raccontare temi universali e i maldestri tentativi di delineare fedelmente la Beat Generation e i suoi protagonisti.


La locandinaTitolo: Giovani ribelli – Kill Your Darlings (Kill Your Darlings)
Regia: John Krokidas
Sceneggiatura: Austin Bunn, John Krokidas
Fotografia: Reed Morano
Interpreti: Daniel Radcliffe, Dane DeHaan, Jack Huston, Ben Foster, Michael C. Hall, Elizabeth Olsen, Jennifer Jason Leigh, David Cross, Kyra Sedgwick, Erin Darke, David Rasche, John Cullum, Finise Avery, Michael Cavadias
Nazionalità: USA, 2013
Durata: 1h. 40′


Percorsi Tematici

  • Non ci sono percorsi tematici collegati a questo articolo.
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Scrivi un commento







Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure puoi iscriverti alla pagina senza commentare.

Incassi dal 23 al 25 settembre