Stai leggendo:

"Hairspray" di Adam Shankman

25 settembre 2007 Recensioni 2 Commenti
Hairspray

Moviemax, 28 Settembre 2007 – Eccentrico

Tracy è una ragazza molto in carne, vitale ed esuberante e con un grande sogno: far parte dei ragazzi del Corny Collins Show. Ma la sua stazza e il comando delle filiformi Velma e Amber von Tussle, saranno un ostacolo difficile da superare…


Zac Efron e Nikki Blomski in HairsprayC’è una via particolare, nel cuore dello spettacolo americano, che collega Hollywood a Broadway e che in questi anni ha dato molti frutti, solitamente di un certo valore, da Chicago di Rob Marshall a The Producers di Susan Stroman. Ultima in ordine di tempo, la versione musicale della commedia di John Waters (delizioso esempio di anticonformismo per il grande pubblico) che, passata nei teatri con grande successo, torna al cinema diretta dall’ex-coreografo Adam Shankman e con un cast di un certo pregio.

Scritto da Lesile Dixon, sulla sceneggiatura originale di John Waters e sul libretto di Marc Shaiman (autore anche delle canzoni), Hairspray è uno scoppiettante e vitalissimo musical hollywoodiano che guarda evidentemente a Grease, ma rispetto al quale cerca di mettere in scena l’immaginario dell’epoca in modo più coerente e meno edulcorato.
Christopher Walken e John Travolta in HairsprayAmbientato a Baltimora nel 1962, in piene rivolte razziali e aria di libertà, il film racconta una storia tipicamente americana di rivalsa contro le convenzioni e i pregiudizi (di ogni tipo), resa più gustosa dal fatto che la protagonista è una ragazza obesa che non vive la sua condizione come limite o difetto, ma come caratteristica precipua, come modo diverso di vivere e approcciarsi al mondo. Sullo sfondo una nazione – o meglio, in uno Stato che ha combattuto la Guerra di Secessione con il Sud – vagamente ariano, fatti di bionde e bianchi, che segrega i neri in ghetti, anche televisivi, e risponde coi lenti all’irruenza del Rock’n’Roll.

Michelle Pfeiffer e Brittany Snow in HairsprayLa caratteristica principale della versione musicale è l’aver esplicitato il contesto politico e averne reso il centro dei conflitti personali di Tracy, costretta a nascondersi anche dalla paura di sua madre (anche lei obesa ma molto meno orgogliosa di esserlo). E’ invece fin troppo edulcorato il coraggio di un racconto sorridentemente civile, sostituito con la contagiosa allegria di una commedia in cui la musica, la danza e l’accettazione sembrano la chiave di un mondo migliore, in cui la corsa al successo (tema sempre attuale) si può sposare con quella alla vera felicità.
Ma a parte questa rosea visione del mondo, comunque coerente al gioco sugli stereotipi dell’America anni 50-60, il film è caratterizzato dal ritmo, dalla giocosità, dalla bellezza campy delle canzoni e dei numeri musicali (su tutti, You Can’t Stop The Beat), tenuti insieme da Shankman con grande ironia e capacità emotiva, con la sceneggiatura che, complice, affida le parti più gustose agli adulti, capitanati da un John Travolta quasi a suo agio nei panni ingombranti di Edna.

Una scena di HairsprayOltre a capire che la colpa del buco dell’ozono si deve agli americani di 40 anni fa, il film regala allo spettatore sorrisi e simpatia come da molto tempo mancavano e se anche non raggiunge le vette dei predecessori, né narrativamente né dal lato visivo, rimane una trascinante pellicola che vive della forza carismatica dell’esordiente Nikky Blomsky che si unisce ad un ottimo cast, con una grande Queen Latifah e uno spassosissimo duetto di seduzione tra Michelle Pfeiffer e Christopher Walken.


La locandina statunitense di HairsprayTitolo: Hairspray – Grasso è bello (Hairspray)
Regia: Adam Shankman
Sceneggiatura: Leslie Dixon
Fotografia: Bojan Bazelli
Interpreti: Nikki Blonsky, John Travolta, Michelle Pfeiffer, Christopher Walken, Amanda Bynes, James Marsden, Queen Latifah, Brittany Snow, Zac Efron, Elijah Kelley, Allison Janney, Paul Dooley, Jerry Stiller, John Waters
Nazionalità:
USA, 2007
Durata: 1h. 57′


Percorsi Tematici

  • Non ci sono percorsi tematici collegati a questo articolo.
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Attualmente ci sono 2 commenti a questo articolo:

  1. Marco scrive:

    Piacerà a chi ha amato i vari High School Musical e Mamma Mia! anche se qui la storia è diciamo un pochino più adulta ma presa molto alla leggera e ovviamente molto da “American Dream”.
    Comunque pregevoli le prove attoriali (non mi sono piaciuti la Pfeiffer e Walken), molti ragazzi con del talento veramente (sopratutto la protagonista), canzoni molto orecchiabili.
    Per chi piace il genere…

  2. Riccardo ( ex Mickey Rourke ) scrive:

    Film simpatico.

Scrivi un commento







Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure puoi iscriverti alla pagina senza commentare.