Stai leggendo:

"I Love Radio Rock" di Richard Curtis

6 settembre 2009 Recensioni 0 Commenti
I Love Radio Rock

Universal, 12 Giugno 2009 – Irresistibile

La storia di una radio pirata nell’Inghilterra degli anni 60. In parallelo si intrecciano le vicende della nave ancorata nel Mare del Nord su cui è allestita l’emittente, e quella in cui il Governo cerca di trovare un qualsiasi escamotage burocratico per mettergli i bastoni fra le ruote…


Fu grazie alle radio pirata come la fittizia Radio Rock di questo film se finalmente gli inglesi riuscirono ad ascoltare musica popolare per 24 ore al giorno, quando invece la BBC considerava il rock e il pop pericolosi quanto la pornografia, dedicando solo pochi minuti al giorno a musica non classica.

Bill Nighy in una scena di I Love Radio RockI Love Radio Rock mette in scena  un nutrito gruppo di personaggi, ed è proprio questa gran varietà di tipi che dà un buon ritmo al film, tenendo gli spettatori sempre allegri e attenti. Sarà forse anche merito dei dialoghi a volte davvero esilaranti o del montaggio capace in alcuni momenti di sintetizzare più situazioni contemporaneamente, o forse persino delle inquadrature volutamente imprecise… D’altronde anche la macchina da presa è in continuo movimento, quasi a ricalcare l’ondeggiare del mare nel quale si è immersi.

Philip Seymour Hoffman in I Love Radio RockLa sceneggiatura in sé è veramente ben scritta. Dopo lo humour inglese delle commedie romantiche sceneggiate in precedenza – da Quattro matrimoni e un funerale a Notting Hill fino a Love Actually – Richard Curtis prende una nuova strada, quella della commedia musicale, che gli permette di manifestare chiaramente il suo amore per il rock e i mitici anni ’60 britannici.

Com’è ovvio, la colonna sonora di I Love Radio Rock è eccellente – comprendendo gente come gli Who, i Beach Boys, i Kinks, i Rolling Stones, Cat Stevens e Jimi Hendrix – ma anche i costumi sono perfetti, volendo rievocare nei personaggi lo stile delle rock star dell’epoca: dagli occhialini alla John Lennon alla giacca e al taglio dei capelli che ricorda tanto David Bowie e il suo glam rock.

Kenneth Branagh in I Love Radio RockPregevolissima la performance di Philip Seymor Hoffmann, che veste benissimo i panni del combattente per la libertà, ma alla fine sorge un dubbio: tutta questa battaglia per la libertà di esprimersi, in questo caso attraverso la musica, per combattere le forze contrastanti di censura… questo Governo così chiuso che vuol far vedere e conoscere solo ciò che conviene, con questo rigido ministro che cerca di costruire le leggi in modo da poterle plasmare alle proprie esigenze… non ricorda forse qualcuno a noi molto vicino?


La locandina di I Love Radio RockTitolo: I Love Radio Rock (The Boat That Rocked)
Regia: Richard Curtis
Sceneggiatura: Richard Curtis
Fotografia: Danny Cohen
Interpreti: Bill Nighy, Kenneth Branagh, Philip Seymour Hoffman, Nick Frost, Tom Sturridge, Rhys Ifans, Rhys Darby, Tom Brooke, Gemma Arterton, Ike Hamilton, Chris O’Dowd, Talulah Riley, Tom Wisdom, Will Adamsdale, January Jones
Nazionalità: Regno Unito – Germania – USA – Francia, 2009
Durata: 2h. 15′


Percorsi Tematici

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Scrivi un commento







Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure puoi iscriverti alla pagina senza commentare.

Incassi dal 16 al 18 settembre

  • 1. Alla ricerca di Dory (5.565.727)
  • 2. Trafficanti (879.300)
  • 3. Io prima di te (836.117)
  • 4. L'estate addosso (757.222)
  • 5. Independence Day - Rigenerazione (649.407)
  • 6. The Beatles - Eight Days a Week (582.407)
  • 7. L'era glaciale: In rotta di collisione (485.655)
  • 8. Jason Bourne (267.705)
  • 9. Man in the Dark (239.614)
  • 10. Fuck You Prof! 2 (149.989)