Stai leggendo:

IT - Capitolo due di Andy Muschietti

10 settembre 2019 Recensioni 1 Commento
It - Capitolo due

Warner Bros., 5 Settembre 2019 – Fedele

2016: ventisette anni dopo essere stato neutralizzato dal gruppo dei Perdenti, Pennywise inizia un nuovo ciclo di morte. I ragazzini che furono vengono convinti a tornare a Derry per eliminare la creatura una volta per tutte. Ma questo significherà fare i conti con il proprio passato…


Due anni dopo il successo del primo capitolo, arriva nelle sale l’epilogo della nuova trasposizione di uno dei romanzi più amati di Stephen King, ad opera di un regista e uno sceneggiatore sempre più consapevoli delle potenzialità ma soprattutto dei rischi dell’operazione. Il team dietro la produzione di IT – Capitolo due sceglie infatti di attenersi, qui ancora più di due anni fa, alla struttura del romanzo, nonostante questa fosse volutamente giocata sulla ripetizione di uno schema fin troppo rigido. L’approccio, ormai di moda per evitare contestazione da parte dei fan più intransigenti, finisce per ripagare i suoi realizzatori, anche se rimangono dei problemi evidenti.

Il ripetersi delle medesime situazioni moltiplicate per tutti i protagonisti funziona benissimo al primo giro, quello della chiamata dei Perdenti all’azione, complici anche le migliori soluzioni di regia e montaggio dell’intero dittico. Ma la successiva ricerca del passato non ha la stessa forza per tutti gli episodi e finisce per smorzare una tensione costruita anche bene fino a quel punto, anche a causa di una colonna sonora invadente, che indebolisce i momenti che dovrebbero essere più terrificanti. La lunga durata concessa finisce quindi per diventare più un peso che un valore aggiunto al risultato finale, nonostante una discreta ripresa nella parte finale.

Gli attori che interpretano i protagonisti adulti risultano scelti alla perfezione, sia per la somiglianza con gli interpreti dei ragazzi sia per la chimica creatasi fra loro (la scena al ristorante cinese ne è un esempio perfetto). Se il casting fosse stato meno efficace il progetto avrebbe rischiato di naufragare, ma così non è stato, e si ha tra le mani un film dignitoso, che partiva da una base davvero enorme e complicata.

IT – Capitolo due soddisferà tutti i fan minimamente raziocinanti dello scrittore del Maine, mentre i neofiti avranno a che fare con film meno spaventoso del previsto, a tratti grottesco e spiazzante, ma privo di momenti emotivamente memorabili. Paradossale, per un racconto che parla così tanto di ricordi.


La locandinaTitolo: IT – Capitolo due (It – Chapter two)
Regia: Andy Muschietti
Sceneggiatura: Gary Dauberman
Fotografia: Checco Varese
Interpreti: Jessica Chastain, James McAvoy, Bill Hader, Isaiah Mustafa, Jay Ryan, James Ransone, Andy Bean, Bill Skarsgård, Jaeden Martell, Wyatt Oleff, Jack Dylan Grazer, Finn Wolfhard, Sophia Lillis, Chosen Jacobs, Jeremy Ray Taylor, Teach Grant, Javier Botet, Xavier Dolan
Nazionalità: Canada – USA, 2019
Durata: 2h. 49′


Percorsi Tematici

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Attualmente c'è 1 commento a questo articolo:

  1. Marco ha detto:

    Piaciuto meno del capitolo 1 causa eccesso di scene forzate e ripetitive (i troppi mostri presenti inutilmente, tra cui comici involontari) e alcune soluzioni di script che non mi hanno convinto (la genesi di Pennywise con la tribù indiana e il ritorno del bullo).
    Poi avrei evitato le continue battute ironiche da parte di alcuni personaggi…smorzano troppo il climax horror che si vorrebbe creare.
    Alla fine del serial del ’90 mi venne un senso di nostalgia alla fine, qui manca causa poca empatia che si crea col gruppo di ragazzi.
    Begli effetti. Niente più.

Scrivi un commento







Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].