Stai leggendo:

"La promessa dell'assassino" di David Cronenberg

13 novembre 2007 Recensioni 3 Commenti
La promessa dell'assassino

Eagle Pictures, 14 Dicembre 2007 – Forzato

Una ragazzina di 14 anni arriva in fin di vita in un ospedale di Londra. I medici riescono a salvare la bambina che porta in grembo ma non la madre. Anna, una delle infermiere, prende il diario della giovane e si mette in cerca di qualcuno che lo traduca dal russo per riuscire a rintracciare la famiglia della ragazza…


Armin Mueller-Stahl e Naomi Watts in La promessa dell'assassinoAcclamato da più parti come il seguito di Cronenberg al suo ritorno sul set con A History of Violence, La promessa dell’assassino è in realtà più correttamente il seguito di Steven Knight alla sua sceneggiatura d’esordio, Piccoli affari sporchi. Knight – che è anche l’inventore di Chi vuol essere milionario – torna infatti a indagare i crimini e i criminali che si nascondono nella multietnica Londra. Certo la comunità qui rappresentata non ha molti punti in comune con quella del film di Stephen Frears, ma è chiaramente un’altra pennellata nel ritratto che lo scrittore di Birmingham sta facendo del sottobosco della Capitale inglese. Non a caso, è stata la BBC a commissionare il lavoro.

Vincent Cassell e Viggo Mortensen in La promessa dell'assassinoDa parte sua, Cronenberg cerca di evitare che il racconto risulti statico e di sfruttare al meglio Viggo Mortensen e Vincent Cassel – che non sono certo i mafiosi russi più credibili della storia del cinema. Il regista canadese, però, cede più di una volta al suo amore per il sangue, e se in alcuni casi quest’esagerazione colpisce nel segno, in almeno un’occasione ottiene effetti ridicoli. Non è comunque colpa della regia se il film non decolla: i personaggi appaiono stereotipati e le situazioni prevedibili, le forzature nello script sono tante e tutta la parte finale – che si basa su un ribaltamento piuttosto assurdo e del tutto inutile – non convince per nulla. Difficilmente questa storia potrà interessare molta gente, ma il risultato può anche piacere. Da qui a restarne entusiasti e parlare di un gran film, però…


La locandina di La promessa dell'assassinoTitolo: La promessa dell’assassino (Eastern Promises)
Regia: David Cronenberg
Sceneggiatura: Steven Knight
Fotografia: Peter Suschitzky
Interpreti: Viggo Mortensen, Naomi Watts, Vincent Cassel, Armin Mueller-Stahl, Sinéad Cusack, Jerzy Skolimowski, Sarah-Jeanne Labrosse, Olegar Fedoro, Josef Altin, Mina E. Mina, Aleksandar Mikic, Raza Jaffrey, Shannon-Fleur Roux
Nazionalità: Regno Unito – Canada – USA, 2007
Durata: 1h. 40′


Percorsi Tematici

  • Non ci sono percorsi tematici collegati a questo articolo.
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Attualmente ci sono 3 commenti a questo articolo:

  1. Marco scrive:

    Al contrario io ho apprezzato il film SOLO per la regia di mestiere che ha saputo guidare lo script egregiamente, infatti la noia non è mai venuta fuori. La sceneggiatura però sinceramente non lo trovata così superficiale anzi (a parte qualche scena cara alla filmografia di Croneberg) mi è parsa abbastanza buona.
    Le prestazioni degli attori le ho trovate buone, forse Mortensen un pò sottotono e Cassel un pò sopra le righe (ma io penso che il regista li abbia detto di fare così).
    Comunque mi pare di ricordare che mi era piaciuto di più A History Of Violence.
    A te Alberto? Quali film di David mi consigli assolutamente di vedere?
    Ti dico subito che ho adorato La Mosca fin dalla sua prima visione ma che anche il seguito mi è molto piaciuto.

  2. Riccardo scrive:

    A history of violence è veramente un bellissimo thriller.
    mortensen ha ricevuto la nomina agli oscar per quelo.

  3. Alberto Cassani scrive:

    Mah, neanche “History of Violence” m’è piaciuto gran che. Io Cronenberg lo prendo sempre e comunque fino a “Inseparabili” compreso, poi basta. Però mi rendo conto che il Cronenberg degli esordi può non piacere, sia per le tematiche che per lo stile.

Scrivi un commento







Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure puoi iscriverti alla pagina senza commentare.