Stai leggendo:

"Lettere da Iwo Jima" di Clint Eastwood

6 febbraio 2007 Recensioni 1 Commento
Lettere da Iwo Jima

Warner, 16 Febbraio 2007 – Freddo

Prima che i soldati statunitensi conquistassero il monte Suribachi e issassero la bandiera a stelle e strisce, i giapponesi si preparavano a contenerne l’assalto, pronti a dare la vita per l’Imperatore ma sperando nel supporto della flotta nipponica per respingere le truppe nemiche…


Una scena di Lettere da Iwo JimaTratto dalla raccolta di lettere di Kuribayashi e basato anche sulla ricostruzione della battaglia fatta da Kumiko Kakehashi nel suo libro So Sad To Fall In Battle: An Account of War, Lettere da Iwo Jima è tutto raccontato dal punto di vista dei soldati giapponesi ma non sembra nutrire un grande amore nei loro confronti. Il fatto che – al di là di Saigo, che ci fa quasi da narratore – gli unici giapponesi che dimostrano cervello in battaglia sono i due che sono stati negli Stati Uniti è un indizio abbastanza forte di cosa davvero pensi la mente dietro il progetto. Ma non si può comunque dire che Eastwood non provi interesse per i suoi personaggi e per la loro storia, perché se è vero che il risultato finale è piuttosto freddo per gli spettatori, è chiaro che non lo è per chi l’ha realizzato.

Ken Watanabe in Lettere da Iwo JimaTecnicamente ineccepibile, al di là dei colori desaturati che sono ormai troppo di moda, Lettere da Iwo Jima offre un buono scorcio di come devono essere realmente stati gli ultimi giorni prima della battaglia, ma solo per brevi tratti riesce a trasmettere davvero la paura e il senso di disperazione che i soldati giapponesi dovevano provare. Il ritmo, com’era in realtà facile aspettarsi, è piuttosto blando e non sempre l’utilizzo dei flashback funziona a dovere. La sensazione generale è che, nonostante l’esperimento della narrazione su entrambi i lati, il progetto non sia riuscito al meglio e difficilmente potrà lasciare il segno. Né con questo film né con il precedente.


La locandina di Lettere da Iwo JimaTitolo: Lettere da Iwo Jima (Letters from Iwo Jima)
Regia: Clint Eastwood
Sceneggiatura: Iris Yamashita
Fotografia: Tom Stern
Interpreti: Ken Watanabe, Kazunari Ninomiya, Tsuyoshi Ihara, Ryo Kase, Shidou Nakamura, Hiroshi Watanabe, Takumi Bando, Yuki Matsuzaki, Takashi Yamaguchi, Eijiro Ozaki, Nae Yuuki, Nobumasa Sakagami, Akiko Shima, Lucas Elliott, Sonny Saito
Nazionalità: USA, 2006
Durata: 2h. 20′


Percorsi Tematici

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Attualmente c'è 1 commento a questo articolo:

  1. Riccardo ( ex Mickey Rourke ) scrive:

    Film attrettanto bello e avvincente, soprattutto che narra un bel pezzo di storia drammatica, e soprattutto la seconda guerra descritta con gli occhi del Giappone.
    Clint ha centrato il segno un’altra volta.

Scrivi un commento







Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure puoi iscriverti alla pagina senza commentare.