Stai leggendo:

"L’educazione sentimentale di Eugénie" di Aurelio Grimaldi

15 giugno 2005 Recensioni 0 Commenti
Alberto Cassani, 15 Giugno 2005: Terribile
Bim, 17 Giugno 2005

Madame de Sante Ange ha ottenuto l’incarico di occuparsi dell’educazione “sentimentale” della virginale Eugénie, figlia del Duca di Mistival. Madame è assai attratta dalla ragazzina ma, contemporaneamente, ha architettato con l’aiuto di suo fratello – nonché amante – il modo di sedurre il Marchese di Dolmancé…


Liberamente ispirato alla Filosofia del boudoir di De Sade e alle Relazioni Pericolose di de Laclos, L’educazione sentimentale di Eugénie è quanto di meno erotico e quanto di più sciatto si possa vedere su uno schermo cinematografico.

Recitata da una compagnia di attori fuori ruolo e senza talento, ripresa senza curarsi dei difetti del digitale e senza quindi pensare agli eventuali accorgimenti per correggerli, scritta senza porsi il problema di rendere efficaci dei dialoghi che scadono facilmente nel ridicolo, la storia dell’educazione “sentimentale” della virginale Eugénie da parte della lasciva Madame de Saint Ange e dei suoi libertini amanti risulta insostenibile fin dai primi minuti. E non per l’argomento trattato, quanto per il modo in cui il film è pensato e confezionato.

Prodotto con budget limitato nonostante l’ambientazione settecentesca avrebbe richiesto altrimenti, il film di Aurelio Grimaldi non riesce mai ad essere interessante né tantomeno intrigante. L’idea di far parlare i personaggi in macchina è buona sulla carta anche se non apprezzabile da tutti, ma usata come raccordo tra una scena e l’altra non convince e anzi rende la narrazione lenta e spezzettata. Ma Grimaldi dimostra da subito di prestar poca attenzione allo stile – o quantomeno ai risultati che le sue intenzioni stilische avrebbero prodotto – e non è certo semplice intuire quali fossero le sue intenzioni. Di certo il risultato finale non ha nulla di erotico né di politicamente scorretto, e risultano anche abbastanza ridicoli gli sforzi di attori e regista di nascondere le nudità alla macchina da presa. Meglio sarebbe nascondere l’intero film.


Titolo: L’educazione sentimentale di Eugénie

Regia: Aurelio Grimaldi
Sceneggiatura: Aurelio Grimaldi, Michele Lo Foco

Fotografia: Marco Carosi
Interpreti: Sara Sartini, Antonella Salvucci, Valerio Tambone, Cristian Stelluti, Salvatore Lizzio, Guia Jelo

Nazionalità: Italia, 2005
Durata: 1h. 24′


Percorsi Tematici

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Scrivi un commento







Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure puoi iscriverti alla pagina senza commentare.

Incassi dal 23 al 25 settembre