Stai leggendo:

"Per sesso o per amore?" di Bertrand Blier

4 febbraio 2006 Recensioni 0 Commenti
Luciana Morelli, 4 Febbraio 2006: Irritante
Bim, 3 Febbraio 2006

François è un impiegato modesto, malato di cuore e piuttosto timido. Quando vince una grossa somma al lotto decide di fare una proposta indecente a Daniela, una squillo di lusso: 100 mila Euro al mese per essere la sua donna. Ma François non ha fatto i conti col violento e grossolano Charlie, il protettore di Daniela…


E’ senz’altro lei l’attrice italiana più amata oggi nel mondo. Monica Bellucci torna sul grande schermo con una commedia surreale, ai limiti del visionario, che Bertrand Blier ha pensato, scritto e diretto appositamente per la sua irresistibile bellezza. Forse mai vista così piena di fascino, la Bellucci riempie l’intera durata di questo Per sesso o per amore? con le sue prorompenti curve da neo-mamma, opportunamente sottolineate dal regista francese con avvolgenti primi piani e inquadrature che (soprattutto nella prima parte) indugiano velatamente e sempre con garbo sulle sue rigogliose forme. Dimenticatevi le apparizioni fulminee di Matrix o del recente I Fratelli Grimm e l’Incantevole Strega, qui la Bellucci – forse per la prima volta nella sua carriera – assume con forza il ruolo da protagonista facendolo suo in tutto e per tutto. Sebbene per la parte di pubblico maschile tutto questo riesca a rappresentare un ottimo motivo per non perdersi la visione di questo film, altrettanto non si può dire per tutti coloro che prescindono da tanta avvenenza e puntano unicamente a godersi un onesto spettacolo di Cinema.

Una pellicola, questa, che con i sottili mezzi della tipica commedia onirica francese avrebbe dovuto (almeno a sentire il regista) dipingere a tinte forti la rivincita della donna sull’uomo, quest’ultimo vittima sin dalla notte dei tempi di una patologica dipendenza dal gentil sesso. Un modello di donna, quello che Blier ha tentato di racchiudere nelle fattezze della Bellucci, che vuole ad ogni costo scrollarsi di dosso il suo sentirsi per natura mero oggetto di desiderio maschile e riconquistare quel pudore che ogni donna dovrebbe avere a prescindere dalla nudità o dall’essere o meno una prostituta. Peccato però che questa interessante immagine dell’universo femminile nessuno riesca in questo film a raccontarla.

Forse perché, fondamentalmente, una donna che tra i (tanti) soldi e l’amore vero sceglie l’amore vero senza pentirsi non esiste, o forse perché la pellicola si perde in giochi di camera atti a descrivere i raptus ormonali degli innumerevoli personaggi maschili creati intorno alla figura di Daniela, tanto che purtroppo finisce anche lei per avvicinarsi macchiettisticamente a tutti loro. Probabilmente però, tali raptus hanno creato una (comprensibilissima) confusione anche nella mente dello sceneggiatore e regista di Per sesso o per amore?, che invece di valorizzare l’idea di fondo con la classe e l’eleganza che lo avevano contraddistinto in Troppo bella per te e Uno, due, tre, stella!, si limita a farcire la trama di inutili simbolismi atti a nascondere le gravi mancanze di una sceneggiatura che poteva davvero offrire notevoli spunti. Assolutamente da dimenticare le interpretazioni di Gérard Depardieu, relegato in un ruolo al limite del ridicolo, e dell’altro protagonista Bernard Campan.


Titolo: Per sesso o per amore? (Combien tu m’aimes?)
Regia: Bertrand Blier
Sceneggiatura: Bertrand Blier
Fotografia: François Catonné
Interpreti: Monica Bellucci, Bernard Campan, Gérard Depardieu, Jean-Pierre Darroussin, Edouard Baer, Farida Rahouadj, Sara Forestier, Michel Vuillermoz, François Rollin, Jean Barney, Baptiste Roussillon, Jean Dell, Michaël Abiteboul
Nazionalità: Francia – Italia, 2005
Durata: 1h. 35′


Percorsi Tematici

  • Non ci sono percorsi tematici collegati a questo articolo.
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Scrivi un commento







Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure puoi iscriverti alla pagina senza commentare.

Incassi dal 16 al 18 settembre

  • 1. Alla ricerca di Dory (5.565.727)
  • 2. Trafficanti (879.300)
  • 3. Io prima di te (836.117)
  • 4. L'estate addosso (757.222)
  • 5. Independence Day - Rigenerazione (649.407)
  • 6. The Beatles - Eight Days a Week (582.407)
  • 7. L'era glaciale: In rotta di collisione (485.655)
  • 8. Jason Bourne (267.705)
  • 9. Man in the Dark (239.614)
  • 10. Fuck You Prof! 2 (149.989)