Stai leggendo:

Real Steel di Shawn Levy

17 luglio 2018 Recensioni 0 Commenti
Real Steel

Walt Disney, 25 Novembre 2011 – Innocuo

Un ex pugile è diventato manager di un robot da combattimento. Nel giorno in cui il robot viene distrutto, lui è costretto a occuparsi del figlio che aveva abbandonato. Contro ogni previsione, tra i due si instaura un rapporto di complicità e affetto, aiutato dalla comune passione per i combattimenti…


Dopo pochissimi minuti dall’inizio di Real Steel, in cui conosciamo lo stereotipatissimo personaggio di Hugh Jackman, c’è un dialogo che pone le basi per il resto della storia: l’uomo ha un figlio di cui si è sempre disinteressato e di cui vorrebbe continuare a disinteressarsi. A questo punto, sappiamo già come la pellicola finirà. Nonostante questo, però, non viene voglia di alzarsi e andarsene ma si resta a guardare il film. Non perché sia particolarmente avvincente, ma proprio perché il suo essere risaputo e scontato è così naturale che viene quasi istintivo seguirlo fino alla fine.

A ben guardare, la produzione di Real Steel è di tutto rispetto: ci sono i nomi di Spielberg e Zemeckis, le musiche sono affidate a Danny Elfman e dietro alla macchina da presa c’è Shawn Levy, che di commedie per tutta la famiglia se ne intende. Infine, davanti alla macchina da presa ci sono appunto Hugh Jackman ed Evangeline Lilly, che danno ai loro personaggi la giusta dose di credibilità.

Real Steel è una storia di buoni sentimenti, di brava gente un po’ sfortunata che lotta per “farcela”. Visto dunque che la trama è quanto di più stereotipato si possa immaginare, Levy decide di calcare la mano e citare tutto il possibile da film precedenti su temi simili: i più evidenti sono Over the Top e Rocky, ma si possono trovare tracce di decine di altre pellicole. Fortunatamente, il regista ci risparmia la melassa – sempre in agguato dietro una storia di questo tipo – e si mantiene asciutto, riducendo al minimo i momenti zuccherosi e puntando invece forte sui combattimenti tra robottoni. Essendo però un film il cui target sono gli adolescenti (quando non direttamente i bambini), anche questi combattimenti sono anestetizzati e improntati a una sostanziale correttezza.

Real Steel è, insomma, un filmetto leggero leggero, innocuo quanto un bicchiere d’acqua, per nulla necessario e del tutto risaputo. In pratica il film ideale da vedere con tutta la famiglia in un assolato e indolente pomeriggio d’estate, al fresco del condizionatore.


La locandinaTitolo: Real Steel (Id.)
Regia: Shawn Levy
Sceneggiatura: John Gatins
Fotografia: Mauro Fiore
Interpreti: Hugh Jackman, Dakota Goyo, Evangeline Lilly, Anthony Mackie, Kevin Durand, Hope Davis, James Rebhorn, Karl Yune, Olga Fonda, John Gatins, Sophie Levy, Tess Levy, Charlie Levy, Gregory Sims
Nazionalità: USA – India, 2011
Durata: 2h. 07′


Percorsi Tematici

  • Non ci sono percorsi tematici collegati a questo articolo.
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Scrivi un commento







Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].