Stai leggendo:

"Scoprendo Forrester" di Gus van Sant

9 marzo 2001 Recensioni 10 Commenti
CineFile

Columbia, 23 Marzo 2001 – Intenso

William Forrester ha scritto un solo romanzo, un capolavoro, prima di ritirarsi a vita privata. Jamal Wallace è un sedicenne del Bronx, appassionato di basket e letteratura. Un giorno penetra in un appartamento e perde il suo zaino. Gli viene restituito il giorno dopo, e tutti i suoi racconti sono stati corretti…


Sean Connery e Rob Brown in Scoprendo ForresterEsistono moltissimi manuali che, nelle intenzioni, dovrebbero insegnare le tecniche della scrittura creativa. Ma la scrittura creativa non è un’arte che si possa insegnare, perché non ci sono regole che si deve imparare a seguire e non ci sono metodi di lavoro universalmente validi. Non esiste un modo corretto per sviluppare una trama, perché nella storia della letteratura le stesse trame sono state raccontate in migliaia di modi diversi, né tantomeno esiste lo stile perfetto: ognuno ha il proprio e tutti, in modo diverso, sono perfetti. Quello che un buon insegnante di scrittura creativa può fare, e che nessun libro potrà mai fare, è aiutare lo studente a trovare le sue parole. Quando le avrò trovate, allora avrà trovato le parole giuste.

Rob Brown e Busta Rhymes in Scoprendo ForresterDopo le piatte atmosfere di Psycho, Gus van Sant torna qui a quelle più minimaliste che hanno contraddistinto  il suo maggior successo economico, Will Hunting. In effetti i punti in comune tra i due film non sono pochi, dato che entrambi mettono in scena la storia di un giovane genio che corre seriamente il rischio di perdersi, alle prese con un insegnante problematico quanto lui. Rispetto al film scritto da Damon e Affleck, però, Scoprendo Forrester risulta meno convincente anche se più interessante.
Anna Paquin e Rob Brown in Scoprendo ForresterÈ più interessante innanzitutto perché ha a che fare con la letteratura invece che con la matematica, quindi qualcosa di più comprensibile, e poi perché mette in scena personaggi in qualche modo più realistici: da buon abitante della Grande Mela Jamal vuole vivere giocando a basket, ma rischia di finire come il fratello che aveva lo stesso sogno e che ora fa il parcheggiatore allo Yankee Stadium. È meno convincente soprattutto dal lato tecnico, perché a parte le buone interpretazioni di Sean Connery e dell’esordiente Rob Brown si notano soprattutto una regia spesso fastidiosa e una sceneggiatura piena di luoghi comuni e personaggi visti e stravisti. Il film risulta comunque piacevole e non banale, decisamente meritevole delle due ore e un quarto di pellicola.

Per essere un film sulla scrittura ben poco ci viene fatto ascoltare dell’arte di Forrester, ma in fondo questo non è un film sulle parole scritte: è un film sulla bellezza dello scrivere. E il cuore dello scrivere… è scrivere.


La locandina statunitense di Scoprendo ForresterTitolo: Scoprendo Forrester (Finding Forrester)
Regia: Gus Van Sant
Sceneggiatura: Mike Rich
Fotografia: Harris Savides
Interpreti: Sean Connery, Rob Brown, Anna Paquin, Busta Rhymes, Frank Murray Abraham, April Grace, Michael Nouri, Michael Pitt, Richard Easton, Glenn Fitzgerald, Zane R. Copeland Jr, Stephanie Berry, Fly Williams III, Damany Mathis, Damien Lee
Nazionalità: USA, 2000
Durata: 2h. 13′


Percorsi Tematici

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Attualmente ci sono 10 commenti a questo articolo:

  1. ciao cassani,senti volevo avere dei tuoi consigli a dei film che non ho visto che vorrei acquistare.
    li vendono in una videoteca tra dvd e blue ray e davvero a basso prezzo.
    i film sono questi,dimmi te se valgono la pena o no.

    un uomo da marciapiede
    amarcord
    re per una notte
    will hunting-genio ribelle
    otto e mezzo
    il sorpasso
    i nuovi mostri
    kramer contro kramer
    il mucchio selvaggio
    gioventù bruciata

    sono molto vecchi come film,ma quando un film è bello è bello,sia che sia un film del 50 o del 2000.

    grazie mille.

  2. Alberto Cassani scrive:

    Mah, se fai collezione di DVD puoi anche prenderli tutti, così come puoi prenderli tutti se sei curioso di vederli per scoprire autori e film che non conosci. Io personalmente eviterei i due Fellini e Will Hunting, ma pure Kramer contro Kramer non è un filmone anche se guardabile. I nuovi mostri non l’ho mai visto, ma gli altri sono da prendere assolutamente.

  3. Anonimo scrive:

    grazie dei tuoi consigli.
    ne prenderò atto.
    comunque li conosco questi film anche se non li ho mai visti.
    intanto ieri ho acquistato a 5 euro il dvd de il laureato con dustin hoffman.
    che ne pensi?

    c’era pure lenny in dvd sempre con dustin hoffman ma costava 12 euro.
    sarà per la prossima volta,quei film che mi hai consigliato li prenderò piu in là.

  4. Anonimo scrive:

    quello che ha scritto sopra con anonimo. sono sempre io giuseppe caschetto.

  5. Anonimo scrive:

    ah scordavo cassani,c’era pure l’uomo della pioggia di francis ford coppola in dvd a 5 euro e 90.
    penso sia un ottimo film no?

  6. Alberto Cassani scrive:

    L’uomo della pioggia è il classico thriller di John Grisham, se ti sono piaciuti gli altri ti piace anche questo. Il laureato è un capolavoro. Lenny quasi.

  7. Anonimo scrive:

    grazie,comunque c’è un altro film dal titolo sempre lo stesso
    ed è rain man-l’uomo della pioggia di barry levinson.
    com’è quel film?
    ma queste due pellicole hanno qualcosa in comune o no?

  8. Alberto Cassani scrive:

    Quello di Levinson è il film per cui Dustin Hoffman vinse l’Oscar interpretando un personaggio autistico genio della matematica, il fratello era Tom Cruise e la fidanzata del fratello Valeria Golino. Non ha niente a che vedere col film di Coppola.

  9. si lo sapevo questo.
    d’altronde il personaggio da cui è ispirato il film è recentemente morto.
    comunque com’è il film?

  10. Alberto Cassani scrive:

    Non da buttare, ma neanche da esaltare.

Scrivi un commento







Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure puoi iscriverti alla pagina senza commentare.