Stai leggendo:

"Sorelle mai" di Marco Bellocchio

11 settembre 2010 Recensioni 0 Commenti

Inedito in Italia – Noioso

Nell’arco di una decina di anni, che vanno dal 1999 al 2008, vengono narrate alcune vicende di una famiglia di Bobbio. A due anziane zie si affiancano due giovani nipoti ed Elena, che durante in questi anni da bambina diventa adolescente…


Una scena di Sorelle maiSi fatica a capire cosa Marco Bellocchio intenda raccontare realizzando questo film, dal taglio insolito fin dall’inizio ma non per questo originale e accattivante. Conoscere i retroscena del modo in cui è stato concepito può invece aiutare, senza però contribuire a renderlo più apprezzabile. Si tratta di un film nato da varie improvvisazioni all’interno di un laboratorio cinematografico, solo successivamente si è deciso di raccogliere tali improvvisazioni per farle confluire in un prodotto finito. Il film è stato poi presentato fuori concorso alla Mostra del Cinema di Venezia 2010: se fosse stato ammesso in Concorso, la sua presenza sarebbe stata ancora meno giustificabile.

Donatella Finocchiaro in Sorelle maiNonostante alcuni momenti in cui la presenza delle anziane zie riesce a essere in un certo qual modo divertente, momenti peraltro molto brevi e sporadici, l’impressione che prevale è quella di essere di fronte a un film inconcludente, molto lento e poco sensato. È vero che si snoda lungo un arco di circa dieci anni, durante i quali si segue la crescita di una bambina, ma non è sufficiente a rendere interessante una vicenda che gira sempre intorno a se stessa ripetendo tematiche quali i difficili rapporti familiari, specie tra fratello e sorella, e la difficoltà di realizzare i propri sogni, per quanto incapaci di rinunciarci e adattarsi a una comune vita di provincia.

Una scena di Sorelle maiPurtroppo, l’introduzione di un personaggio esterno – la giovane professoressa che, verso il finale, abita nella casa delle zie – rende la storia maggiormente insensata, in quanto personaggio superfluo che dà luogo a momenti di dialoghi assurdi. Ciò per quanto lo riguarda direttamente e per quanto riguarda le scene che lo vedono coinvolto. E ci si chiede che cosa davvero valesse la pena raccontare in un film che non solo non offre nulla di davvero interessante, ma che lo propone anche in modo lento e noioso.


Il manifesto del Festival di Venezia 2010Titolo: Sorelle mai
Regia: Marco Bellocchio
Sceneggiatura:
Fotografia: Marco Sgorbati, Giampaolo Conti
Interpreti: Pier Giorgio Bellocchio, Elena Bellocchio, Donatella Finocchiaro, Letizia Bellocchio, Maria Luisa Bellocchio, Gianni Schicchi Gabrieli, Alba Rohrwacher, Valentina Bardi, Silvia Ferretti, Irene Baratta, Alberto Bellocchio
Nazionalità: Italia, 2010
Durata: 1h. 45′


Percorsi Tematici

  • Non ci sono percorsi tematici collegati a questo articolo.
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Scrivi un commento







Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure puoi iscriverti alla pagina senza commentare.

Incassi dal 23 al 25 settembre