Stai leggendo:

Soundtrack: Piuma di Lorenzo Tomio

17 aprile 2017 Soundtrack 0 Commenti
Piuma

Massimo Privitera, in collaborazione con Colonne Sonore* * *

Per la colonna sonora del Piuma di Roan Johnson, il giovane Lorenzo Tomio ha composto una musica che intreccia sonorità oniriche e psichedeliche, segnata dall’uso di sintetizzatori, batterie elettroniche e suoni digitali, che si sovrappongono alle note di un pianoforte e di pochi altri strumenti…


Piuma è una commedia adolescenziale che tratta un tema delicato, quello della gravidanza in giovane età, in maniera spensierata e spiritosa. Un cast perfetto e una regia di Roan Johnson senza fronzoli autoriali ma attenta ai volti e ai gesti di questi due ragazzi che devono affrontare un problema che alla loro età pare insormontabile, però con la leggerezza di una “piuma” che scende lieve su di loro, accarezzandoli e alleviando i loro pensieri.

Le musiche sono affidate, tra le note della dolce e al contempo vigorosa canzone di Francesca Michielin, “Almeno tu”, al giovane compositore Lorenzo Tomio (Cuccioli, Leoni), che realizza «una colonna sonora indie-electro in cui onirica e psichedelia si intrecciano dolcemente, e dove sintetizzatori, batterie elettroniche e suoni digitali si mescolano con il pianoforte e pochi altri strumenti», prendendo a prestito le parole dello stesso autore dello score.
Una partitura essenziale nei suoni ma molto evocativa e comunicativa del “non detto” filmico che nelle sue dilatazioni sintetiche tra Daft Punk e Chemical Brothers, addolciti nelle spigolosità timbriche, fin dal primo brano “A nuoto”, esprime tutta la sua potenzialità commentativa. Anche il secondo pezzo, “Paperelle”, nella scarna e dolceamara essenzialità di un piano e di una chitarra elettrica che narrano la scelta difficile sul come affrontare una gravidanza inaspettata, raccontano con un tema mesto tutto un universo adolescenziale ricco di contraddizioni. “Cate” è una traccia lunga in cui il Leitmotiv energicamente svolazzante e ondulante nel suo incedere sempre più vitale della bella e bravissima Blu Yoshimi (Caos calmo) si mostra con un trasporto tale da ipnotizzare l’ascoltatore. Il breve “Dopo l’esame” si insinua tra le corde emotive di chi sente, con una carica tensiva disturbante seppur sottile. “Ecografia” inizia con il rumore dell’ecografo che diviene base ritmica per il sintetizzatore che lieve corre sui binari della gioia, dovuta alla vista di un cuore che batte e una vita che sta per mostrarsi al mondo, in tutta la sua amabile fragilità e combattiva voglia di farsi sentire e urlare la sua presenza che tanto scompiglio ha portato nelle due giovani vite dei diciottenni. “Stella” suona drammatico, liturgico, per divenire in seguito un astratto congegno sonoro fantascientifico, fatto di costellazioni e pianeti che si sfiorano nella battaglia synth all’ultima nota onirica. “Camminata” è la penultima traccia di questa OST che si apprezza ascolto dopo ascolto, cadendo quasi in trance, come nel caso di questo brano che tra le note sospese del piano su di un tappeto sintetico ci lascia senza fiato. Si finisce con “In motorino”, che nella sua morbida trasparenza lancia un segnale di libertà responsabilizzata, correndo freneticamente e abbracciando la felicità disegnata sul viso di Cate e Ferro che hanno la loro Piuma finalmente a sollevarli sereni sul mondo.


La copertina del CD di PiumaTitolo: Piuma

Compositore: Lorenzo Tomio

Etichetta: Edizioni Curci/Palomar/Flipper Music, 2016

Numero dei brani: 8

Durata: 19′


Percorsi Tematici

  • Non ci sono percorsi tematici collegati a questo articolo.
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Scrivi un commento








Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].