Stai leggendo:

Soundtrack: Questi giorni di Valerio C. Faggioni

19 dicembre 2016 Soundtrack 0 Commenti
Questi giorni

Massimo Privitera, in collaborazione con Colonne Sonore* * *

Compositore per cinema, installazioni multimediali, videogiochi e altro, Valerio C. Faggioni ha realizzato per Questi giorni di Giuseppe Piccioni una colonna sonora che fa largo uso dei Lietmotiv ma sa variare i toni a seconda delle necessità del film cui si accompagna…


In corsa per il Leone D’Oro all’ultima 73a Mostra Internazionale di Arte Cinematografica di Venezia, Questi giorni di Giuseppe Piccioni narra la storia di quattro ragazze che partono per un viaggio all’estero che le cambierà parecchio. Un on the road al femminile musicato da Valerio C. Faggioni, che aveva scritto per il regista Piccioni la colonna sonora de Il rosso e il blu, compositore di cinema (Biutiful Cauntri, documentario rivelazione uscito nel 2008; La mezza stagione), istallazioni multimediali, videogiochi e altro in ambito discografico.

“Questo mormorio” apre la colonna sonora con un vero e proprio vocalizzo femminile a bocca chiusa che delinea il tema portante tenero e garbato. “Lettera Mina” è un secondo Leitmotiv di matrice etnica molto leggero, quasi come una brezza marina che sfiora il viso. “Gioventù (che fu)” parte con un vocalizzo maschile che riprende quello femminile del brano “Questo mormorio”, che si aggiunge subito dopo, su ritmica pop morbida e archi che tratteggiano il tema in un adagio sognante che accarezza l’ascoltatore. “Questo intermezzo” gioca ancora con vocalizzi di ambo i sessi in un raddoppio vocale che sembra uscire dalle viscere dell’anima. “Girls on the Run” è una traccia per vocalizzo femminile e ambiente synth angosciante in crescente tensione ritmico-elettronica.

“Questi giorni” è il pezzo che meglio rappresenta la tematica del film con il Leitmotiv per vocalizzo maschile e femminile insieme in un crescendo emozionale tensivo e rigoglioso di quel desiderio di svolta delle quattro protagoniste nel loro viaggio a Belgrado. “Queste marimbe” suona enfaticamente astratto con rimandi agli sperimentalismi elettronici di tanto Morricone anni 70 mentre “Mormorio scozzese”, con i suoi archi sottesi, profuma di luoghi ecclesiastici immersi in sonorità celtiche ancestrali. “Questa Sara” ritrova nel tema portante il vocalizzo femminile che da singolo si raddoppia coralmente divenendo canto spirituale sospirato. “Atomo Lili”, traccia oscura, sprofondata in meandri tetri dell’animo umano. “Adria rovista” nella sua essenza sonora pare uscire da un brano di scary music fantasmatica per effetti sintetici sofferenti.
“Questa apertura” ripresenta il Leitmotiv principale nella sua, oramai consolidata, espressione vocale maschile e femminile che si mischiano e sovrastano dolcemente. “Questo cello solo”, come dice il titolo stesso, dà al suono solista del violoncello il compito di esporre il tema primario in una versione liturgicamente profonda e appassionata. “Questo stretto intermezzo” mescola le voci dei vocalist in un canto di gioia trattenuta, invece il brano “Lettera Mina chitarra solo” chiude la score con un assolo di chitarra acustica del secondo tema che perde le sue caratteristiche etniche della prima versione divenendo un pezzo cantabile di matrice popolare folk.


La copertina del CD di Questi giorniTitolo: Questi giorni

Compositore: Valerio C. Faggioni

Etichetta: Cinevox Record, 2016

Numero dei brani: 15

Durata: 36′


Percorsi Tematici

  • Non ci sono percorsi tematici collegati a questo articolo.
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Scrivi un commento








Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].