Stai leggendo:

"Take Shelter" di Jeff Nichols

6 novembre 2012 Recensioni 2 Commenti
Raffaello De Masi, 1 Novembre 2012: Angosciante
Movies Inspired, 29 Giugno 2012

Un uomo vive nel crescente terrore di un uragano, pronto a distruggere ogni suo avere e annientare la sua famiglia. Questa crescente ossessione, al limite dell’ipocondria più pura, determinerà la distruzione di ogni rapporto e la perdita di ogni dignità. Ma è davvero così?


Il personaggio di Curtis LaForche, in un periodo in cui a New York si contano i morti della supertempesta Sandy, appare in questo film quanto mai inquietante. Al di là dell’inevitabile forzatura del racconto, che gioca con maestria la carta del continuo progredire della paranoia del padre di famiglia ossessionato da un sogno ricorrente che gli mostra un apocalittico scenario di morte, in controluce è magistralmente delineato il microcosmo di una famiglia che vede ogni giorno di più crollare le sicurezze legate alla figura di un uomo, fino ad allora punto di riferimento in un universo familiare già afflitto da problemi.

Il passare del tempo non fa altro che acuire e rendere sempre più opprimente l’ossessione del protagonista, tanto che il temuto uragano non è più l’incarnazione di un evento naturale ma la trasposizione in scene di una natura violenta di un mondo interiore destinato al collasso, in un crescendo frenetico di situazioni sempre più destinate a precipitare senza ritorno nell’abisso di una avanzante follia.

Gioca a favore dell’atmosfera gelida creata dal regista una scenografia spesso scarna ed essenziale, dove la fase onirica del personaggio trova la massima espressione della follia strisciante. Magistrale l’interpretazione, oltre a quella dei due protagonisti, della piccola Tova Stewart, per la prima volta sullo schermo, destinata nel film, più ancora di Jessica Chastain (la moglie), a far risaltare il percorso mentale del padre.


Titolo: Take Shelte (Id.)
Regia: Jeff Nichols
Sceneggiatura: Jeff Nichols
Fotografia: Adam Stone
Interpreti: Michael Shannon, Jessica Chastain, Katy Mixon, Shea Whigham, Kathy Baker, Ray McKinnon, Lisa Gay Hamilton, Robert Longstreet, Tova Stewart, Natasha Randall, Scott Knisley, Stuart Greer
Nazionalità: USA, 2011
Durata: 1h. 57′


Percorsi Tematici

  • Non ci sono percorsi tematici collegati a questo articolo.
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Attualmente ci sono 2 commenti a questo articolo:

  1. Plissken scrive:

    Visto stasera. Nel mio piccolo concordo con la recensione. L’atmosfera creata dal regista riesce a rendere il tutto assai inquietante, nonostante la lenta cadenza in cui però ogni dettaglio non risulta mai superfluo.
    Da specificare che il film va ben oltre i semplici aspetti propri dei “thriller” ed approfondisce tematiche più delicate come il rapporto tra i componenti del nucleo familiare o della comunità che lo circonda, oltre alle problematiche che incontrano le persone che vengono risucchiate nei vortici creati dalla paranoia.
    Molto efficace lo stile del regista, unito ad un’ottima fotografia ed un commento musicale minimale e forte al tempo stesso. Mi è piaciuto anche il finale, ben congeniato ed in sintonia con l’insieme. Interpreti grandiosi, come da recensione.

    Bel film, a mio modesto parere.

  2. Il Re del Pop Corn scrive:

    Concordo con la recensione e col precedente commento: bel film.
    Forse eccessivamente lento nella prima parte, ma intensissimo nella seconda.

    Shannon, poi, è davvero bravo.

Scrivi un commento







Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure puoi iscriverti alla pagina senza commentare.

Incassi dal 23 al 25 settembre