Stai leggendo:

"Cattivissimo me" di Chris Renaud & Pierre Coffin

21 gennaio 2014 Recensioni 3 Commenti
Cattivissimo me

Universal, 15 Ottobre 2010 – Frenato

Il super-cattivo Gru ha in progetto di rubare la Luna con l’aiuto dei suoi Minion e dell’anziano Dottor Nefario. Ma per farlo ha bisogno del raggio restringente in possesso di Vector. Per rubarlo adotterà allora tre bambine che lo aiuteranno a penetrare nel rifugio di Vector…


Gru con alcuni minion in Cattivissimo meCartoni che hanno come protagonisti dei “cattivi” ce ne sono ormai parecchi a partire da Shrek per arrivare a Megamind. In questo contesto non è certo una sorpresa che un cattivo possa essere protagonista. Il fatto è che Gru, più che come un vero e proprio cattivo, viene presentato come un adulto dispettoso e poco inserito nella società. Con un sacco di gadget fantascientifici e distruttivi, questo sì, ma sempre troppo sfortunato e troppo perdente per essere credibile come “cattivo”. Dal momento in cui adotta le tre bambine, poi, diventa praticamente un “buono” a tutti gli effetti.

Vector in Cattivissimo meCosì ne esce un film strano: ci sono molte buone idee ma manca è la capacità di sfruttarle appieno. Non si può certo dire che manchino le gag riuscite (Gru che distrugge lo stand al parco giochi, la fuga con il raggio restringente) ma risultano isolate dal contesto e poco amalgamate all’interno della storia. Gli stessi Minion, protagonisti di alcune divertenti scenette, non riescono mai ad essere esilaranti come potrebbero. D’altra parte la storia principale è estremamente esile e la sottotrama con l’adozione delle tre bambine non basta a far stare in piedi il film.

Edith, Margo e Agnes in Cattivissimo meQuello che manca a Cattivissimo me è la credibilità dei personaggi. Nessuno è abbastanza serio da fare paura: e considerato che i protagonisti sono tutti cattivi o, addirittura, super-cattivi, è un problema. Però le idee sono davvero tante e quando vanno a segno si ride di gusto. Inoltre nella seconda parte, quando finalmente si gioca a carte scoperte (Vector è il cattivo, Gru il buono e vuole fare il papà delle bambine) la regia ha il pregio di riuscire a dare il giusto passo al racconto e il film migliora molto, incanalandosi su una traccia più classica e sicura ma prendendo ritmo e risultando più divertente e ovviamente commovente nel prevedibile finale. I personaggi hanno notevoli potenzialità, ma purtroppo sembra che sceneggiatori e regia abbiano realizzato il film tenendo il freno a mano tirato.


La locandina di Cattivissimo meTitolo: Cattivissimo me (Despicable Me)
Regia: Chris Renaud, Pierre Coffin
Sceneggiatura: Cinco Paul, Ken Daurio
Fotografia:
Doppiatori: Max Giusti, Edoardo Stoppacciaro, Nanni Baldini, Manuela Andrei, Alessandro Budroni, Angela Brusa, Rossa Caputo, Veronica Benassi, Arianna Vignoli, Massimo Braccialarghe, Oreste Baldini, Manfredi Aliquò, Francesco De Francesco, Franco Mannella, Giulia Palladino
Nazionalità: USA, 2010
Durata: 1h. 35′


Percorsi Tematici

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Attualmente ci sono 3 commenti a questo articolo:

  1. Complimenti Francesco,
    un commento dinamico, chiaro e conciso.
    Penso sia l’opportuno contributo in un clima di interazione, gli artisti/produttori fanno sicuramente tesoro degli apprezzamenti con contenuto e dei “desiderata”.

  2. Marco scrive:

    Concordo con la recensione su pregi e difetti, con solo l’appunto che personalmente le scene veramente divertenti si contano sulle dita di una mano, piuttosto si sorride. Comnunque il ritmo registico c’è.

  3. MinionsFans scrive:

    Adoro i Minions <3

Scrivi un commento







Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure puoi iscriverti alla pagina senza commentare.

Incassi dal 23 al 25 settembre