Stai leggendo:

David di Donatello 2012: i premi

5 maggio 2012 News 0 Commenti
4 Maggio 2012

Ecco i vincitori dei David di Donatello 2012, votati dai 1.751 componenti la Giuria dell’Accademia del Cinema Italiano presieduta da Gian Luigi Rondi e premiati nel corso di una cerimonia tenutasi a Roma il 4 Maggio 2012…


Miglior film italiano: Cesare deve morire dei fratelli Taviani.
Candidature: Habemus Papam di Nanni Moretti; Romanzo di una strage di Marco Tullio Giordana; Terraferma di Emanuele Crialese; This Must Be The Place di Paolo Sorrentino.

Miglior regista: Paolo e Vittorio Taviani per Cesare deve morire.
Candidature: Nanni Moretti per Habemus Papam; Ferzan Ozpetek per Magnifica presenza; Marco Tullio Giordana per Romanzo di una strage; Emanuele Crialese per Terraferma; Paolo Sorrentino per This Must Be The Place.

Miglior regista esordiente: Francesco Bruni per Scialla!.
Candidature: Stefano Sollima per A.C.A.B. – All Cops Are Bastards; Alice Rohrwacher per Corpo celeste; Andrea Segre per Io sono Li; Guido Lombardi per Là-bas – Educazione criminale.

Miglior sceneggiatura: Paolo Sorrentino, Umberto Contarello per This Must Be The Place.
Candidature: Paolo e Vittorio Taviani con la collaborazione di Fabio Cavalli per Cesare deve morire; Nanni Moretti, Francesco Piccolo, Federica Pontremoli per Habemus Papam; Marco Tullio Giordana, Sandro Petraglia, Stefano Rulli Romanzo di una strage; Francesco Bruni per Scialla!.

Miglior produttore: Grazia Volpi per Cesare deve morire.
Candidature: Nanni Moretti, Domenico Procacci per Habemus Papam; Francesco Bonsembiante per Io sono Li; Riccardo Tozzi, Giovanni Stabilini, Marco Chimenz per Romanzo di una strage; Nicola Giuliano, Andrea Occhipinti, Francesca Cima per This Must Be The Place.

Miglior attrice protagonista: Zhao Tao in Io sono Li.
Candidature: Valeria Golino in La kryptonite nella borsa; Claudia Gerini in Il mio domani; Micaela Ramazzotti in Posti in piedi in Paradiso; Donatella Finocchiaro in Terraferma.

Miglior attore protagonista: Michel Piccoli in Habemus Papam.
Candidature: Elio Germano in Magnifica presenza; Marco Giallini in Posti in piedi in Paradiso; Valerio Mastandrea in Romanzo di una strage; Fabrizio Bentivoglio in Scialla!.

Miglior attrice non protagonista: Michela Cescon in Romanzo di una strage.
Candidature: Anita Caprioli in Corpo celeste; Margherita Buy in Habemus Papam; Cristiana Capotondi in La kryptonite nella borsa; Barbora Bobulova in Scialla!.

Miglior attore non protagonista: Pierfrancesco Favino in Romanzo di una strage.
Candidature: Marco Giallini in A.C.A.B. – All Cops Are Bastards; Renato Scarpa in Habemus Papam; Giuseppe Battiston in Io sono Li; Fabrizio Gifuni in Romanzo di una strage.

Miglior direttore della fotografia: Luca Bigazzi per This Must Be The Place.
Candidature: Paolo Carnera per A.C.A.B. – All Cops Are Bastards; Simone Zampagni per Cesare deve morire; Alessandro Pesci per Habemus Papam; Roberto Forza per Romanzo di una strage.

Miglior musicista: David Byrne per This Must Be the Place.
Candidature: Umberto Scipione per Benvenuti al Nord; Giuliano Taviani e Carmelo Travia per Cesare deve morire; Franco Piersanti per Habemus Papam; Pasquale Catalano per Magnifica presenza.

Miglior canzone originale: “If it falls, it falls” da This Must Be the Place.
Candidature: “Sometimes” da Benvenuti al Nord; “Gitmeh Daha” da Magnifica presenza; “Therese” da Posti in piedi in Paradiso; “Scialla!” da Scialla!;

Miglior scenografo: Paola Bizzarri per Habemus Papam.
Candidature: Francesco Frigeri per L’industriale; Andrea Crisanti per Magnifica presenza; Giancarlo Basili per Romanzo di una strage; Stefania Cella per This Must Be The Place.

Miglior costumista: Lina Nerli Taviani per Habemus Papam.
Candidature: Rossano Marchi per La kryptonite nella borsa; Alessandro Lai per Magnifica presenza; Francesca Livia Sartori per Romanzo di una strage; Karen Patch per This Must Be The Place.

Miglior truccatore: Luisa Abel per This Must Be The Place.
Candidature: Manlio Rocchetti per A.C.A.B. – All Cops Are Bastards; Maurizio Fazzini per La kryptonite nella borsa; Ermanno Spera per Magnifica presenza; Enrico Iacoponi per Romanzo di una strage.

Miglior acconciatore: Kim Santantonio This Must Be The Place.
Candidature: Carlo Barucci per Habemus Papam; Mauro Tamagnini per La kryptonite nella borsa; Francesca De Simone per Magnifica presenza; Ferdinando Merolla per Romanzo di una strage.

Miglior montatore: Roberto Perpignani per Cesare deve morire.
Candidature: Patrizio Marone per A.C.A.B. – All Cops Are Bastards; Esmeralda Calabria per Habemus Papam; Francesca Calvelli per Romanzo di una strage; Cristiano Travaglioli per This Must Be The Place.

Miglior fonico in presa diretta: Benito Alchimede e Brando Mosca per Cesare deve morire.
Candidature: Gilberto Martinelli per A.C.A.B. – All Cops Are Bastards; Alessandro Zanon per Habemus Papam; Fulgenzio Ceccon per Romanzo di una strage; Ray Ccross, William Sarokin per This Must Be The Place.

Migliori effetti speciali visivi: Paola Trisoglio per Romanzo di una strage.
Candidature: Palantir Digital Media per L’arrivo di Wang; Mario Zanot per Habemus Papam; Stefano Marinoni, Stefano Marinoni, Paola Trisoglio, Rodolfo Migliari per This Must Be The Place. Rainbow CGI per L’ultimo terrestre.

Miglior film dell’Unione Europea: Quasi amici di Olivier Nakache & Eric Toledano.
Candidature: Carnage di Roman Polanski; Melancholia di Lars Von Trier; Miracolo a Le Havre di Aki Kaurismaki; The Artist di Michel Hazanavicius.

Miglior film straniero: Una separazione di Asghar Farhadi.
Candidature: Drive di Nicolas Winding Refn; Hugo Cabret di Martin Scorsese; Le idi di Marzo di George Clooney; The Tree of Life di Terrence Malick.

Miglior documentario: Tahirir Liberation Square di Stefano Savona.
Candidature: Il castello di Massimo D’Anolfi & Martina Parenti; Lasciando la baia del re di Claudia Cipriani; Pasta nera di Alessandro Piva; Polvere. Il grande provesso dell’amianto di Niccolò Bruna & Andrea Prandstraller; Zavorra di Vincenzo Mineo.

Miglior cortometraggio: Dell’ammazzare il maiale di Simone Massi.
Candidature: Ce l’hai un minuto? di Alessandro Bardani & Luca Di Prospero; Cusutu n’ coddu- Cucito addosso di Giovanni La Pàrola; L’estate che non viene di Pasquale Marino; Tiger Boy di Gabriele Mainetti.


Percorsi Tematici

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Scrivi un commento







Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure puoi iscriverti alla pagina senza commentare.