Stai leggendo:

“La pantera rosa” di Blake Edwards

18 luglio 2003 4 Commenti
La pantera rosa

United Artists, 1964 – Esilarante

Charles Lytton è un baronetto inglese, ma è anche un famoso ladro di diamanti. In vacanza a Cortina, Lytton incontra una principessa indiana che ha con sé la famosa “Pantera Rosa”, un gioiello di inestimabile valore. Ma sulle sue tracce c’è l’ispettore della Sûreté francese Jacques Clouseau…


Peter Sellers e Capucine in La pantera rosaIl primo film con protagonista l’imbranatissimo poliziotto francese è anche il migliore della serie. Blake Edwards è bravissimo nello sfruttare (o nel lasciare libertà a?) uno dei più grandi talenti comici della storia del cinema. Nonostante Peter Sellers compaia sullo schermo per meno tempo di David Niven e Claudia Cardinale, non ci mette molto per rubare il film e farne un veicolo per la propria comicità, guadagnandosi così il ruolo di protagonista dei vari seguiti (a parte un sequel del ’68 con Alan Arkin e il pessimo film con Benigni).

Robert Wagner e David Niven in la pantera rosaDura quasi due ore, ma La pantera rosa non stanca mai e le gag si susseguono riuscitissime, in un misto di slapstick e comicità verbale generata soprattutto dalla parlata di Clouseau, una miscela elegante e coinvolgente. È vero che mancano scene memorabili come quella del campo nudisti o personaggi poi entrati nel mito, come l’ispettore capo Dreyfus o il maggiordomo Kato, ma rispetto al rapidissimo sequel Uno sparo nel buio questa pellicola ha in più un ritmo cinematografico molto più sostenuto, il brio che la sceneggiatura riesce a creare e il curatissimo aspetto visivo, con un’ottima fotografia e belle location.

Il personaggio animato della Pantera Rosa fu creato appositamente per questo film, così come il celeberrimo tema musicale di Henry Mancini.


La locandina statunitense de La pantera rosaTitolo: La pantera rosa (The Pink Panther)
Regia: Blake Edwards
Sceneggiatura: Maurice Richlin, Blake Edwards
Fotografia: Philip H. Lathrop
Interpreti: David Niven, Peter Sellers, Claudia Cardinale, Robert Wagner, Capucine, Brenda De Banzie, Colin Gordon, John Le Mesurier, James Lanphier, Guy Thomajan, Michael Trubshawe, Riccardo Billi, Meri Welles, Fran Jeffries, Mario Fabrizi
Nazionalità: Regno Unito – USA, 1963
Durata: 1h. 53′


Percorsi Tematici

Attualmente ci sono 4 commenti a questo articolo:

  1. alberto ma sulle recensioni di questo sito questo film viene citato piu bello di quello moderno con jean reno e beyoncè
    e possibile?

  2. Alberto Cassani scrive:

    Non c’è confronto: questo è realizzato molto meglio ed è molto più divertente, però forse per il pubblico moderno quello con Steve Martin è più adatto.

  3. [...] però troppo il personaggio per poter interessare gli spettatori. Nel 2001 il regista della Pantera Rosa tentò una seconda volta di sviluppare una nuova serie, e contemporaneamente John Woo si interessò [...]

  4. Anonimo scrive:

    Secondo me è abbastanza noioso

Scrivi un commento







Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure puoi iscriverti alla pagina senza commentare.

Incassi dal 10 al 13 aprile

Siti utili