Stai leggendo:

"La stangata" di George Roy Hill

15 luglio 2003 Recensioni 0 Commenti
Oscar per il miglior film

CIC, 1974 – Ritmato

Joliet, Illinois, 1936. Johnny Hooker è un piccolo truffatore che ruba 5.000 dollari a un uomo del boss più importante della città. Il boss fa uccidere il suo socio, e Johnny si accorda con l’esperto Henry Gondorff per tirare una “stangata” al boss. Per farlo, mettono insieme una banda…


Paul Newman e Robert Redford in La stangataUno dei film più vivaci e divertiti mai prodotti da Hollywood, da parte dello stesso team che quattro anni prima aveva realizzato il già valido Butch Cassidy. Un cast al massimo delle proprie capacità (con la coppia Newman-Redford una spanna sopra gli altri), una sceneggiatura brillante (di David S. Ward), l’ottima musica di Scott Joplin (arrangiata da Marvin Hamlish), un’elegante ricostruzione del periodo e una regia efficace e ritmata fanno della pellicola uno spettacolo godibilissimo e in alcuni punti memorabile.

Robert Shaw e Paul Newman in La stangataÈ vero che la trama procede in maniera un po’ meccanica, ma chi è disposto a stare al gioco non può non rimanere incantato dall’atmosfera del film. La stangata è un meraviglioso omaggio ai film di gangster dell’età d’oro di Hollywood, e come tale è puro e semplice entertainment. Ma di gran livello. E se parte della critica si rifiutò di accettare il senso del progetto, il pubblico lo adorò: il film incassò nei soli Stati Uniti più di 68 milioni di dollari e arrivò a vincere 7 Oscar (film, regia, sceneggiatura, montaggio, scenografia, costumi e musica) su 10 nomination.

In realtà, nelle intenzioni di Ward il film avrebbe dovuto essere diverso. Avrebbe innanzi tutto dovuto essere il suo esordio registico, con Redford protagonista assoluto. Ma l’attore aveva dei dubbi a lavorare con un first-timer e la cosa convinse George Roy Hill a prendere in mano il progetto. A quel punto, Newman si dimostrò interessato a partecipare e Hill e Ward riscrissero la sceneggiatura addosso a Newman e Redford. Il risultato di quelle revisioni fu questo magnifico esempio di cinema dotato di stile, visivamente brillante e raccontato con gran ritmo. Una meraviglia per gli occhi.


La locandina di La stangataTitolo: La stangata (The Sting)
Regia: George Roy Hill
Sceneggiatura: David S. Ward
Fotografia: Robert Surtees
Interpreti: Paul Newman, Robert Redford, Robert Shaw, Charles Durning, Ray Walston, Eileen Brennan, Harold Gould, John Heffernan, Dana Elcar, Jack Kehoe, Dimitra Arliss, Robert Earl Jones, James Sloyan, Charles Dierkop, Sally Kirkland
Nazionalità: USA, 1973
Durata: 2h. 09′


Percorsi Tematici

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Scrivi un commento







Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure puoi iscriverti alla pagina senza commentare.