Stai leggendo:

"Sherlock Holmes - Gioco di ombre" di Guy Ritchie

15 dicembre 2011 Recensioni 3 Commenti
Sherlock Holmes - Gioco di ombre

Warner, 16 Dicembre 2011 – Frenetico

La tensione nell’Europa del 1891 monta di giorno in giorno, e tutto sembra portare verso lo scoppio di una guerra mondiale. Sherlock Holmes capisce però che gli attentati che avvelenano la politica continentale hanno una matrice comune, una mente criminale delle più fini…


Jude Law e Robert Downey Jr in Sherlock Holmes - Gioco di ombreNon poteva mancare, dopo gli oltre 300 milioni di dollari incassati nel mondo dal prototipo, un secondo film che rivisita la figura dell’investigatore creato da Conan Doyle nel 1887. Resta in sella il regista Guy Ritchie, mentre al tavolo degli sceneggiatori si siedono i quasi esordienti coniugi Mulroney. Rispetto al film precedente sono più numerosi i riferimenti diretti alle storie originali di Holmes, ma è il tono generale della pellicola ad allontanarsene ancora di più. Quasi nulla rimane dell’investigatore sagace e compassato che popolava le pagine scritte, poiché gli autori sono voluti andare alla continua ricerca della battutina ironica, della situazione divertente e dell’azione più frenetica.

Jared Harris e Robert Downey Jr in Sherlock Holmes - Gioco di ombreSe ritrovarsi con Mycroft Holmes svilito in macchietta dalla dubbia sessualità si può anche accettare, vedere Sherlock fare a botte ogni due per tre e travestirsi da poltrona è cosa alquanto triste se non fosse che gli adolescenti hanno già dimostrato di apprezzare questo genere di cose. In quanto a rispetto per il personaggio, in effetti, i due film di Ritchie sono molto meno riusciti della miniserie targata BBC, che tradisce l’ambientazione storica ma propone uno Sherlock Holmes intrigante e appassionate restando comunque molto vicino a quello di Conan Doyle. Qui, invece, si è pensato di realizzare una commedia d’azione con personaggi monodimensionali, che scherza sull’ambientazione storica invece di sfruttarla e si muove per mezza Europa con meno grazia di Kriminal, senza mai neanche lontanamente riuscire a sorprendere. In più, la cattiva scelta delle voci italiane finisce per appiattire le buone prestazioni di alcuni degli attori. E se è vero che il risultato non è davvero un fallimento ma solo un mediocre blockbuster come tanti, è anche vero che con questo pedigree e con questi mezzi era lecito aspettarsi molto di più.


La locandina di Sherlock Holmes - Gioco di ombreTitolo: Sherlock Holmes – Gioco di ombre (Sherlock Holmes: A Game of Shadows)
Regia: Guy Ritchie
Sceneggiatura: Michele Mulroney, Kieran Mulroney
Fotografia: Philippe Rousselot
Interpreti: Robert Downey Jr, Jude Law, Noomi Rapace, Jared Harris, Stephen Fry, Rachel McAdams, Kelly Reilly, Paul Anderson, Geraldine James, Eddie Marsan, William Houston
Nazionalità: USA, 2011
Durata: 2h. 09′


Percorsi Tematici

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Attualmente ci sono 3 commenti a questo articolo:

  1. Andrea scrive:

    Sono d’accordo completamente con la recensione: seguite il film senza pensare ai personaggi di Conan Doyle altrimenti vi alzate dalla sala dopo mezz’ora. Film d’azione realizzato tecnicamente in modo eccepibile (sembra quasi John Woo), nulla più.

  2. Andrea scrive:

    ..scusate, intendevo scrivere “ineccepibile” :-)

  3. Marco scrive:

    Mah io sinceramente non so cosa ci sia di divertente nei due film: io li ho trovati noiosi, mai appassionanti e a volte di quasi ostica comprensione. Per me entrambi sono sullo stesso mediocre piano. Forse qui migliorano gli effetti speciali ma la scenggiatura non mi è piaciuta affatto e la regia è alquanto piatta. Neanche il reparto attoriale mi è sembrato tutta sta gran cosa.
    Pessimi entrambi. Poi molta gente si è divertita ma secondo me è tutto grazie al personaggio che attira, Robert Downey Jr. e il periodo in uscita.

Scrivi un commento







Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure puoi iscriverti alla pagina senza commentare.