Stai leggendo:

"Tomb Raider" di Simon West

20 dicembre 2001 Recensioni 1 Commento
Tomb Raider

Eagle Pictures, 14 Dicembre 2001 – Debole

Quando dopo 5.000 anni dall’ultima volta i pianeti stanno per riallinearsi, un misterioso orologio nascosto in casa Croft comincia a ticchettare. In realtà l’orologio è una chiave che consente di arrivare ad un triangolo forgiato col metallo di un meteorite e capace di donare. il potere di viaggiare nel tempo..


Angelina JolieNella settimana dell’allineamento dei pianeti, evento che capita solo una volta ogni cinquemila anni, un orologio nascosto in casa Croft dal padre di Lara (Jon Voight), morto tempo prima, comincia a ticchettare. In http://www.cinefile.biz/wp-admin/post.php?post=3754&action=editrealtà è una chiave che consente di entrare in possesso di un misterioso triangolo, forgiato in tempi antichissimi col metallo di una meteorite caduta sulla Terra, capace di donare a chi lo possiede il potere di viaggiare nel tempo. Ma per evitare che cadesse nelle mani sbagliate, l’antica civiltà che lo creò, lo ruppe in due parti posizionandole ai lati opposti del mondo. Ai nostri giorni la setta degli “illuminati” tenterà di impossessarsene, ma dovrà fare i conti con Lara Croft (Angelina Jolie).

Daniel CraigI tempi cambiano e il cinema rispecchia questi cambiamenti: se infatti in passato erano i testi teatrali o i libri a ispirare i film, e qualche tempo fa i film ispiravano i videogiochi (Blade Runner o Star Wars) oggi sono i videogiochi che alimentano la fantasia degli sceneggiatori (vedi Final Fantasy). Uscito per la prima volta nel 96 per la console Playstation, Tomb Raider è uno dei giochi che più durano nel tempo e che conta all’attivo ben cinque titoli e un sesto in preparazione ispirato al film (?!). Il motivo di tanto successo, oltre la grafica, è che è uno dei pochi giochi pensati come un film (sembra paradossale ma è così), con tanto di trama, scene d’azione, colonna sonora orchestrata… e soprattutto con un insolito protagonista: una donna. E che donna! Lara Croft è entrata da subito nell’immaginario collettivo (almeno di quello videoludico), appassionando milioni di giocatori in avventure alla Indiana Jones, tra civiltà perdute e antiche rovine.

Jon VoightIl film, diretto da Simon West (La Figlia del Generale), prende dal videogioco praticamente soltanto la protagonista e alcune ambientazioni, per il resto non ci dice nulla sul passato di Lara e su come è diventata quella che è, risultando addirittura più movimentato del gioco stesso. Frenetico ma non adrenalinico, con sequenze riuscite, come quella finale tra le grotte, e altre messe lì (vedi quella iniziale) quasi a tappare i buchi di una sceneggiatura che non riesce a dare spessore alla protagonista, che è quello che è grazie soltanto all’interpretazione di Angelina Jolie, assolutamente perfetta come Lara Croft. Dialoghi ristretti, interpreti senza verve (fatta salva la Jolie) e una regia poco inventiva che mette al macino tutto quello che può, esplosioni, sparatorie in moto, con un montaggio da videoclip e con discreti effetti speciali.

Angelina Jolie e il regista Simon WestUn film che ha più cose in comune con Mission: Impossibile che con Indiana Jones, e probabilmente questo è un doppio sbaglio perché siamo saturi di film d’azione come il citato Mission: Impossibile, mentre invece è da un bel po’ di tempo che non vediamo un film d’avventura come si deve, e perché il videogioco nasce come “avventura”, mentre il film preferisce l’azione (macchinosa tra l’altro) ad ogni costo, come dimostra anche la colonna sonora tutta rocchettara rispetto al posato tema d’accompagnamento del gioco.

Insomma, un film che avrebbe potuto essere un buon clone di Indiana Jones ma che si sforza di stupire ad ogni costo, non riuscendo però nel tentativo.


La locandina statunitenseTitolo: Tomb Raider (Lara Croft: Tomb Raider)
Regia: Simon West
Sceneggiatura: Patrick Massett, Holn Zinman
Fotografia: Peter Menzies Jr
Interpreti: Angelina Jolie, Jon Voight, Iain Glen, Noah Taylor, Daniel Craig, Richard Johnson, Chris Barrie, Julian Rhind-Tutt, Leslie Phillips, Robert Phillips, Rachel Appleton, Olegar Fedoro, Henry Wyndham, David Cheung
Nazionalità: USA, 2001
Durata: 1h. 40′


Percorsi Tematici

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Attualmente c'è 1 commento a questo articolo:

  1. Alessandro Pitocco scrive:

    Da mettere nella lista dei film tratti da videogiochi più riusciti c’è sicuramente il Tomb Raider di Simon West! Angelina Jolie è la perfetta incarnazione live action di Lara Croft e la sceneggiatura non scopiazza la trama originale del gioco, aggiungendo un qualcosa di nuovo che ispirerà i futuri videogiochi della serie Tomb Raider. Lo stile avventuroso del film prende pieno spunto da Indiana Jones ma allo stesso tempo è pensato per essere un film del duemila e come tale non mancano scene piene zeppe di action, effetti speciali e computer grafica. Ad essere fedele al games è l’atmosfera e soprattutto la Jolie, non solo esteticamente ma anche nell’interpretazione, di lei va senz’altro ammirato il coraggio di aver eseguito la maggior parte degli stunts che sul set gli hanno provocato vere ferite. Un film più che scorrevole, con una trama che non vuole essere eccessivamente articolata, eppure non mancano affascinanti misteri legati a tesori perduti dai poteri mistici.

Scrivi un commento







Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure puoi iscriverti alla pagina senza commentare.

Incassi dal 23 al 25 settembre