Stai leggendo:

"I Fantastici 4" di Tim Story

24 agosto 2005 Recensioni 3 Commenti
I Fantastici 4

20th Century Fox, 16 Settembre 2005 – Innocuo

L’astronave su cui viaggiano cinque persone per condurre esperimenti sul DNA viene investita da una tempesta cosmica. Risvegliatisi sulla Terra, scoprono di essere dotati di poteri extra-umani. Ma se quattro sono diventati dei supereroi, la già instabile psiche del quinto ne ha risentito…


Jessica Alba, Ioan Gruffudd, Chris Evans e Michael Chiklis in I Fantastici 4Alla fine ce l’ha fatta, Bernd Eichinger. Dopo più di diec’anni da quella prima versione cinematografica del fantastico quartetto, il produttore tedesco riesce a mettere insieme i fondi necessari a realizzare una pellicola dignitosa e al passo con i tempi. Merito soprattutto dell’onda lunga dei cinefumetti, che sembra ormai voler trasportare sulle nostre spiagge qualunque personaggio sia nato dalla matita di un disegnatore e che aiuta notevolmente a convincere i possibili finanziatori a investire in progetti come questo.
Julian McMahon in I Fantastici 4In realtà, il livello generale di I fantastici 4 non è poi molto superiore a quello del film di Corman, ma dove là c’era approssimazione tecnica e povertà di mezzi, qui c’è dispendio di soldi e di effetti digitali (100 milioni di dollari di budget); dove là c’era attenzione alla sceneggiatura e voglia di volare alto, qui c’è uno script debole che non vuole esser altro che un pop-corn movie dell’ultima generazione.

Ioan Gruffudd in I Fantastici 4Divertissement assolutamente senza pretese, questa di Tim Story non è una versione cinematografica che renderà molto felici i fan del fumetto cui si ispira ma potrebbe piacere ai teenager cui è chiaramente diretta. In realtà le differenze con le pagine disegnate non sono tantissime, ma sono abbastanza significative da far storcere il naso ai puristi (Destino non è sovrano di Latveria e Alicia Masters è nera, ad esempio). I problemi principali di I Fantastici 4, però, sono che la sceneggiatura di Frost e France è lacunosa, non ha ritmo, non riesce ad amalgamare correttamente gli elementi fantastici con quelli comici e si risolve in un’ultima mezz’ora francamente noiosa.

Jessica Alba in I Fantastici 4Lasciano perplessi anche le scelte del casting. Jessica Alba è l’unica attrice realmente nota al pubblico – e in effetti molto nota al pubblico cui il film si rivolge – ma ha poco a che fare con la Susan Storm del fumetto. Degli altri quattro attori principali risulta convincente solo il Chris Evans (Johnny) già apprezzato in Cellular, con nota di biasimo per l’insulso Julian McMahon (Victor).

Chris Evans in I Fantastici 4La realizzazione tecnica è nella media e saprà accontentare i ragazzi che ne affitteranno il DVD, che sarà sicuramente pieno di extra come si conviene a produzioni come questa (che generalmente trovano il successo maggiore proprio in versione home-video). Certo che mette un po’ di tristezza pensare che sarebbe stato sufficiente rimetter mano alla sceneggiatura del film del 1994 e realizzarla con questi mezzi per fare un film decisamente più interessante di questo.


La locandina statunitense di I Fantastici 4Titolo: I Fantastici 4 (Fantastic Four)
Regia: Tim Story
Sceneggiatura: Mark Frost, Michael France
Fotografia: Oliver Wood
Interpreti: Ioan Gruffudd, Jessica Alba, Chris Evans, Michael Chiklis, Julian McMahon, Hamish Linklater, Kerry Washington, Laurie Holden, David Parker, Kevin McNulty, Maria Menounos, Michael Kopsa, Andrew Airlie, Pascale Hutton, Penelope Corrin
Nazionalità: USA – Germania, 2005
Durata: 1h. 47′


Percorsi Tematici

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Attualmente ci sono 3 commenti a questo articolo:

  1. Eddie scrive:

    Ero troppo curioso, viste le recensioni, ed ho visto il nuovo film sui Fantastici 4: porca troia, è brutto davvero, non pensavo così tanto. Roba che questo ed il film prodotto da Corman nel ’94 in confronto sono oro colato. Al di là del disastro che c’è stato dietro a livello produttivo, l’impronta “dark” è quanto di più stonato potessero scegliere per portare sullo schermo dei personaggi del genere. E’ proprio un film sbagliato in toto. Il cast è scelto malissimo, la sceneggiatura fa schifo, ritmo zero, noia totale, e lo scontro finale è il trionfo del pessimo gusto. Fanno schifo pure gli effetti in CGI. No, davvero, che monnezza, vi invito a boicottarlo quando uscirà.

  2. Sebastiano scrive:

    Gia’ deciso da tempo di boicottarlo. Si vede a occhi chiusi che fa schifo. La torcia umana nera (perche’ bruciato…) non e’ una scelta politicamente corretta: e’ una scelta sbagliata. Punto.

  3. Alberto Cassani scrive:

    Io lo vedo tra qualche giorno. Al di là di tutto quello che ho letto sui problemi realizzativi, tante scelte di sceneggiatura e produzione mi sembrano davvero sballate. Non solo hanno ripetuto gli errori dei due film di Tim Story, ma li hanno persino ingigantiti!

Scrivi un commento







Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure puoi iscriverti alla pagina senza commentare.

Incassi dal 23 al 25 settembre