Stai leggendo:

"Mission: Impossible - Protocollo fantasma" di Brad Bird

13 dicembre 2011 Recensioni 6 Commenti
Alberto Cassani, 13 Dicembre 2011: Impetuoso
Universal, 27 Gennaio 2012

Il governo statunitense viene accusato di un attentato terroristico al Cremlino. Lasciato senza risorse e sostegno, Ethan Hunt e la sua squadra fuggono per operare al di fuori della loro agenzia e sventare un attacco nucleare. In più, la squadra di Ethan non ha mai lavorato insieme…


E’ tante cose, questo Protocollo fantasma, non un semplice action-movie messo insieme in copisteria. E’ innanzi tutto il tentativo di Tom Cruise di rilanciarsi come star del cinema d’azione dopo le tribolazioni personali e professionali che negli ultimi sei anni l’hanno allontanato dal genere e dal pubblico. E’ poi anche una tappa intermedia nel cammino che porterà il bravo regista di cartoni Brad Bird (Ratatouille) a dirigere un film sull’incendio di San Francisco del 1906 cui tiene particolarmente ma per il quale ha faticato a trovare i finanziamenti. Ma è anche un simbolo della definitiva apertura di Hollywood a emiri e sceicchi mediorientali, pronti a investire vagonate di quattrini pur di allargarsi verso occidente e ben contenti di lasciare che siano gli abitanti della California del sud a credere di aver trovato nuove vie di finanziamento.

Al di là di queste considerazioni, però, non si può prescindere dall’azione frenetica che domina il film e dalla perizia tecnica con la quale questa è sviluppata. La sceneggiatura dei televisivi Appelbaum e Nemec, pur non prendendosi mai un rischio, è divertente e a tratti persino emozionante. I personaggi sono interessanti anche se stereotipati, e botti e parole si alternano col giusto ritmo. Dal canto suo Bird, con alle spalle lo stesso Cruise e JJ Abrams come produttori, dirige in maniera energica ma senza confezionare scene memorabili. Cosa che in fondo ha poca importanza, perché il film nel suo complesso non dà mai allo spettatore l’occasione di rilassarsi e distrarsi, e di conseguenza saranno ben pochi gli amanti del genere a non rimanerne soddisfatti.


Titolo: Mission: Impossible – Protocollo Fantasma (Mission: Impossible – Ghost Protocol)
Regia: Brad Bird
Sceneggiatura: Josh Appelbaum, André Nemec
Fotografia: Robert Elswit
Interpreti: Tom Cruise, Jeremy Renner, Simon Pegg, Paula Patton, Michael Nyqvist, Vladimir Mashkov, Samuli Edelmann, Ivan Shvedoff, Anil Kapoor, Léa Seydoux, Josh Holloway
Nazionalità: USA – Emirati Arabi Uniti, 2011
Durata: 2h. 12′


Percorsi Tematici

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Attualmente ci sono 6 commenti a questo articolo:

  1. Plissken scrive:

    Cavolo non sapevo che la regia fosse di Bird. Egli ha diretto anche il mio film d’animazione preferito in assoluto (assieme a Wall-e) ovvero “Il gigante di ferro”. Anche “Ratatouille” mi è piaciuto parecchio, un po’ meno “Gli Incredibili” che però ha dato conferma di come Bird abbia attitudine a gestire anche film “di azione”.

    Mi fa piacere quindi che la recensione sia in positivo… spero che il film gli porti fortuna e possa attuare il progetto “1906”.

  2. Alberto Cassani scrive:

    Credo che alla fine si vada verso una co-produzione Disney-Warner, per “1906”.

  3. Anonimo scrive:

    e le stelle? Non le mettete…?

  4. Alberto Cassani scrive:

    Non mi sembra proprio che le meriti: è un ottimo prodotto di genere, ma a conti fatti non è niente di davvero meraviglioso.

  5. Marco scrive:

    Concordo con Albe a cui chiedo due cose: nella pagina Wikipedia italiana fra gli sceneggiatori hanno messo anche Christopher McQuarrie mentre in quella inglese no? Come mai?
    Faccio riferimento al fatto che dici che Bird non ha girato scene memorabili ma io penso che la scalata al grattacielo sia assolutamente memorabile e non scontata come tante, come per esempio la scena di Tomb Raider 2 dove saltano sempre da un grattacielo ad Hong Kong.

  6. Alberto Cassani scrive:

    Memorabile secondo me no. E’ girata e montata molto bene e fa davvero trattenere il fiato, ma secondo me le manca un qualcosa per diventare davvero un classico del cinema action.

    Per quanto riguarda Wikipedia, bisognerebbe chiederlo a chi l’ha scritto. Purtroppo mi è capitato più di una volta di spiegare qui che WP italiana per molti argomenti non è affidabile, e il cinema è purtroppo uno di questi. Presumibilmente l’utente Bart ryker, che ha creato la voce a fine giugno 2011, si è rifatto a qualcosa pubblicato su IMDb o a qualche news letta in rete e in seguito nessuno ha controllato la veridicità di questa informazione. In realtà McQuarrie ha fatto alcune revisioni/correzioni alla sceneggiatura per inserire i “suggerimenti” di Cruise poco prima che le riprese iniziassero (di qui l’errore in buona fede di Bart), ma a film finito il sindacato sceneggiatori ha stabilito che il suo apporto creativo non era sufficiente per fargli meritare di essere accreditato come sceneggiatore. Vero che anche nella WP in inglese il film compare nella sua filmografia, ma ufficialmente gli sceneggiatori sono solo Appelbaum e Nemec (come si può leggere in uno qualunque dei tanti trailer del film che si trovano su YouTube).

Scrivi un commento







Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure puoi iscriverti alla pagina senza commentare.