Stai leggendo:

Soundtrack: "Alice in Wonderland" di Danny Elfman

17 maggio 2010 Soundtrack 0 Commenti
Valentina Alfonsi, 30 Aprile 2010: * * *
In collaborazione con Colonne Sonore

Non poteva esserci personaggio letterario più adatto dell’Alice di Carroll per una trasposizione cinematografica firmata da Tim Burton. Nell’occasione, il regista non ha rinunciato all’aiuto del fido Danny Elfman, con l’ex cantante degli Oingo Boingo a comporre una colonna sonora ordinata…


Alice ritorna. Tim Burton si appropria del personaggio letterario creato da Lewis Carroll nel 1865, protagonista di Alice nel paese delle meraviglie e Attraverso lo specchio. Un’Alice cresciuta, che, messa di fronte alle prime pressanti richieste dell’età adulta, dovrà di nuovo seguire il Bianconiglio e avventurarsi in quella terra delle meraviglie fantastiche e oniriche per trovare se stessa (“Alice, how will you find your way?”, si ode nel primo brano, di cui si parlerà tra qualche riga).

Dopo la parentesi musical e nerissima di Sweeney Todd, Burton si riunisce al fidato Danny Elfman nel definire la partitura che possa efficacemente accompagnare Alice nel proprio viaggio; il compositore statunitense compila una score ordinata, impegnata a seguire un percorso narrativo scandito da tappe obbligate (e così abbiamo la galoppata musicale di “Down the Hole”, il misterioso e seducente “Drink Me”, l’avvolgente ed esplorativo “Into the Garden”…), una colonna sonora necessariamente concentrata sul personaggio di Alice. La giovane protagonista è introdotta dagli archi e dai cori del primo brano, l’”Alice Theme”, un pezzo cantato nel quale sembra di sentire echi del recente Coraline (del resto, Coraline non era, in parte, un’Alice moderna?) ma qui i toni sono meno infantili, suonando piuttosto come invocazioni liturgiche. La wonderland chiama Alice? Il tema viene poi ripreso nel corso della partitura in cinque brevi reprise, dal sapore più o meno cupo.

Complessivamente Elfman scrive pochi brani lunghi e articolati, privilegiando frammenti musicali descrittivi e brevi, di commento, che spesso hanno funzione di sostegno alle immagini nei momenti più avventurosi e carichi d’azione. Beneficiano di un tema personale anche “The Cheshire Cat” – una traccia che vuole amplificare in musica le qualità sfuggenti del gatto – e “The White Queen”, brano breve, semplice e suggestivo.

Nel calderone promozionale dell’Alice burtoniana rientra anche la compilation Almost Alice: canzoni di autori molto vari (Franz Ferdinand, Tokio Hotel…) ispirate dal film. Inclusa “Alice” di Avril Lavigne, che scorre sui titoli di coda.


Titolo: Alice in Wonderland (Id.)

Compositore: Danny Elfman

Etichetta: Disney, 2010

Numero dei brani: 24

Durata: 51′


Percorsi Tematici

  • Non ci sono percorsi tematici collegati a questo articolo.
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Scrivi un commento







Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure puoi iscriverti alla pagina senza commentare.