Stai leggendo:

"Dragonball Evolution" di James Wong

8 aprile 2009 Recensioni 24 Commenti
Dragonball Evolution

20th Century Fox, 10 Aprile 2009 – Patetico

Il giovane Goku, addestrato da suo nonno, deve salvare il mondo dalla minaccia di un demone che, dopo secoli trascorsi imprigionato in un incantesimo, riesce a liberarsi e medita vendetta. Ad aiutarlo accorrono l’affascinante Bulma e Muten, un bislacco maestro di arti marziali…


Emmy Rossum e Justin Chatwin in Dragonball EvolutionSì dirà: «Ma tanto è un film tratto da un fumetto». E allora? Non meriterebbe anche Dragonball, uno dei manga più popolari al mondo, una versione cinematografica decente? Purtroppo, anche se la notizia non stupisce più di tanto, dobbiamo annoverare anche questo velleitario progetto come un fallimento totale. Dragonball Evolution riesce nella difficile impresa di scontentare tutti: sia i fan dell’originale, che troveranno nella pellicola ben poco di quanto apprezzato e apprezzabile nel fumetto, sia coloro che vivono ignari dell’esistenza di un autore chiamato Akira Toriyama, che sprecheranno un’ora e mezza di preziosa esistenza per seguire una storia ridicola e performance attoriali pessime.

Chow Yun-Fat e Justin Chatwin in Dragonball EvolutionNon c’è comparto di Dragonball Evolution che si salvi. Il film pare sia costato circa 100 milioni di dollari, sarebbe interessante capire in che modo siano stati spesi, visto che gli effetti “speciali” di speciale hanno ben poco e apparirebbero obsoleti e malfatti pure in una produzione di dieci anni fa. Gli attori sono tutti ben al di sotto della sufficienza: Justin Chatwin, a ben vedere, è perfetto per interpretare un teenager americano sfigato (l’aveva già fatto in Invisible), ma appare assolutamente poco credibile quando deve trasformarsi in un combattente invincibile. Emmy Rossum, che pure aveva iniziato bene la carriera, si limita a sgranare gli occhi e perde persino la disfida delle poppe con la apparentemente meglio fornita Jamie Chung. Una parola a parte la merita Chow Yun-Fat, il cui talento sembra essersi dissolto sotto il sole californiano e che dopo essersi parzialmente sputtanato con Bulletproof Monk (che almeno faceva ridere, seppur involontariamente), fa ancora peggio con una prestazione deprimente e patetica. James Wong completa l’opera con una regia sciatta, televisiva, infarcita di insopportabili slow motion.

Jamie Chung in Dragonball EvolutionPortare la complessità di un manga lunghissimo come Dragonball al cinema era impresa impossibile, ma la scelta di trasformare il film in una sorta di teen-movie con combattimenti e pennellate di sci-fi si rivela del tutto infelice: oltre a scalfire appena l’universo immaginato da Toriyama, perde per strada quasi tutti i personaggi della storia originale, abbozzando appena i protagonisti.

Insomma, sono tempi di vacche magrissime per gli amanti dei fumetti giapponesi: dopo l’oscena trasposizione cinematografica di 20th Century Boys, che ha l’aggravante di essere stata realizzata in Giappone, arriva ora questa involuta e apocrifa versione di Dragonball che lascia persino spazio a potenziali seguiti (ah, l’orrore, l’orrore…!). A margine, non si può non notare lo stato confusionale in cui versa da un po’ troppo tempo 20th Century Fox: non bastava il pasticciaccio brutto della copia pirata di Wolverine e l’aver realizzato e volontariamente suicidato il (pessimo) film su Chun-Li, ora anche Dragonball finisce per essere al di sotto del pur basse aspettative.


La locandina di Dragonball EvolutionTitolo: Dragonball Evolution  (Id.)
Regia: James Wong
Sceneggiatura: Ben Ramsey
Fotografia: Robert McLachlan
Interpreti: Justin Chatwin, Chow Yun-Fat, Emmy Rossum, Jamie Chung, James Marsters, Eriko Tamura, Joon Park, Christopher Sabat, Randall Duk Kim, Ernie Hudson, Texas Battle, Shavon Kirksey, Luis Arrieta, Richard Blake, Julian Sedgwick
Nazionalità: USA, 2009
Durata: 1h. 40′


Percorsi Tematici

  • Non ci sono percorsi tematici collegati a questo articolo.
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Attualmente ci sono 24 commenti a questo articolo:

  1. Riccardo ( ex Mickey Rourke ) scrive:

    Un film stupido in maniera quasi incredibile.
    Non doveva essere mai realizzato.
    Mi aspettavo anche di meglio se è la trasposizione dell’anime più violento e idiota che sia mai stato realizzato.

  2. Alberto Cassani scrive:

    No, non scherziamo: ci sono alcuni cartoni degli anni ’80 che sono molto ma molto più violenti di “Dragonball”.

  3. Riccardo ( ex Mickey Rourke ) scrive:

    Quali?

  4. Riccardo ( ex Mickey Rourke ) scrive:

    Conta anche i Griffin, è un cartone violento non solo riguardante sequenze splatter ma anche per il linguaggio. Salvo AMERICAN DAD e raramente I SIMPSON ( il cui film mi è piaciuto tantissimo )

  5. Alberto Cassani scrive:

    Be’, mi vengono in mente “Babil Junior” e “Devilman”, per dirne due. Ma pure “Rocky Joe” e la prima serie de “L’uomo tigre” non scherzavano in quanto a violenza.

  6. Alberto Cassani scrive:

    E volendo c’è sempre “Akira”, che però è un film. Il più violento in assoluto che ho visto è “Kanashimi no beradonna”, lungometraggio capolavoro che non ho il coraggio di recensire.

  7. Fabrizio scrive:

    Fra quelli vecchi c’è anche quel terribile cartone giapponese con delle creature umanoidi dotate di tre sole dita con le unghie lunghe. Ricordo che mi inquietava incredibilmente, ma il nome mi sfugge.

    E poi beh, c’è sempre Kenshiro, eh…

  8. Edoardo scrive:

    “Dragon Ball” è uno degli anime/manga più stupidi che siano mai stati ideati. Vabbè che per me la maggior parte degli anime presentano personaggi assurdi ma non per questo divertenti e dialoghi ridicoli,ma “Dragon Ball” è proprio tra i peggiori. Il film riesce ad essere peggio,tutto a causa dello sceneggiatore Ben Ramsey,che ha trasformato i personaggi originali in adolescenti arrapati alla O.C,rendendo il tutto ancora più ridicolo ed insensato. Mettici poi che gli effetti speciali fanno cagare…Boh,non so come sia potuto venire in mente alla FOX di girare un film su un manga così brutto.

    Comunque si hai ragione Alberto,anche anime come “L’Uomo Tigre” non scerzavano in quanto a violenza. Ma almeno “L’Uomo Tigre” è LEGGERMENTE (sottolineo il leggermente) sensato,perchè il protagonista è un wrestler. Ma in “Dragon Ball” la violenza è gratuita e ridicola,ed i personaggi sono orribili. La cosa più strana è che abbia successo e che piaccia a tutte le generazioni.

    E per Riccardo: la violenza de I Griffin è esagerata,ma a me fa scompisciare,sinceramente. Per alcuni versi trovo che la famiglia Griffin sia più deliziosamente assurda di quella Simpson,che negli anni si sono affievoliti e hanno perso tutta la cattiveria ed il cinismo,diventando una serie moralista e monotona. Basta vedere gli episodi che trasmettono attualmente su Italia 1,dove si può notare quanto fossero cattivi i vecchi Simpson,eppoi vedersi quelli delle ultime stagioni. Quindi in conclusione ci sono alcuni cartoni violenti perchè satirici (Griffin,Simpson,South Park),altri perchè “drammatici” (L’Uomo Tigre) ed altri perchè proprio stupidi (Dragon Ball).

  9. Pilo scrive:

    Credo che Kenshiro ragginga vette di violenza ineguagliabili, altro che Dragonball o i Griffin!

  10. Riccardo ( ex Mickey Rourke ) scrive:

    Anche Ken il guerriero mi pare non scherzasse sul fatto di violenza.
    Aggiungiamo i cavalieri dello zodiaco e Hunter X Hunter che l’hanno tolto per via di contenuto violento e anche horror che onestamente poteva inquietare un po’ gli spettatori minorenni che lo vedevano.

  11. Riccardo ( ex Mickey Rourke ) scrive:

    La cosa strana è che gli anime che sono tratti da manga o sono proprio anime giapponesi tradotti, hanno riscosso un enorme successo anche se sono terribilmente stupidi.
    Tornato su DragonBall: Goku se dovessimo vederla con gli occhi di uno scienziato, sarebbe un alieno visto che viene da un altro pianeta e visto che nel cartoon è ammazzato ben due volte non vi sembra che sia troppo insopportabile vedere un extraterrestre con tanto di aureola e fatto santo e in paradiso dopo aver “ammazzato” così tante persone cattive anche se l’ha fatto per salvare il mondo se ne è fregato del comandamento non uccidere.
    Il rischio è che i bambini, vedendo cartoni simili, portino la violenza nel mondo reale.

  12. Edoardo scrive:

    Questo si che è un film di merda! (perdonate il termine)

  13. Riccardo scrive:

    tranquillo eddy, è il termine appropriato. ;)

  14. Marcello scrive:

    Dragon Ball Evolution fa proprio cagare ( mi scuso per il termine )
    questo è il Dragonball che ho sempre guardato, amato e con cui sono cresciuto: http://www.youtube.com/watch?v=P3QNaj3Qlqs

    Video Spettacolare ( a parte Lady Gaga ) :D

  15. Riccardo scrive:

    come mai Kanashimi no beradonna non hai il coraggio di recensirlo.

  16. Alberto Cassani scrive:

    Ci sarebbero troppi discorsi da fare, sia tecnici sia tematici e non solo cinematografici, per spiegare un film come questo e il suo fascino. E io sono sicuro che finirei per essere riduttivo. Per cui per adesso passo, in attesa di trovare la chiave di lettura giusta.

  17. Riccardo scrive:

    Sto approfittando dell’uscita con La gazzetta dello sport per recuperarmi l’Uomo tigre. Voi di cinefile che ne pensate di questa serie?

  18. Alberto Cassani scrive:

    All’epoca della prima messa in onda lo guardavo sempre, d’altronde era il periodo d’oro del catch e del primo wrestlilng su TeleRadioMilano 2 col commento di Tony Fusaro e Mario Mattioli. Per gli standard di oggi, però, l’animazione è proprio scarsa, mentre per le storie non saprei dire perché dovrei rivederla.

  19. Riccardo scrive:

    Si è vero, di animazione forse è un po retrò ma la storia tiene ancora in pugno e alcuni momenti sono davvero commoventi

  20. Riccardo scrive:

    Visto Akira: che dire, quel film è uno dei pochi che sia riuscito a sconvolgermi. Ed è un film d’animazione!

  21. Alberto Cassani scrive:

    Non lo vedo dai tempi del primo passaggio televisivo, ma mi fece una bella impressione.

  22. Riccardo scrive:

    l’ho recuperato su rai movie tre giorni fa. che dire: c’è un po’ di tutto il meglio della fantascienza anni 70′-80′: The Day after (per il tema del nucleare), arancia meccanica (per la degradazione e violenza giovanile), blade runner (per le ambientazioni) e un po’ la cosa di carpenter e il cinema di cronenberg (per quel finale davvero sconvolgente)

  23. Alberto Cassani scrive:

    Sì, avevo notato che lo stavano trasmettendo in questi giorni.

  24. Alessandro scrive:

    La più orrenda e improponibile trasposizione da fumetti/manga! Concordo in assoluto con la recensione, ancora oggi non posso capacitarmi dell’orrore che hanno portato nelle sale cinematografiche!

Scrivi un commento







Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure puoi iscriverti alla pagina senza commentare.

Incassi dal 23 al 25 settembre