Stai leggendo:

"Lezioni di volo" di Francesca Archibugi

13 marzo 2007 Recensioni 0 Commenti
Emanuela Perozzi, 13 Marzo 2007: Positivo
01 Distribution, 16 Marzo 2007

Bocciati all’esame di maturità, due inseparabili amici partono per una vacanza in India per cercare di trovare finalmente il coraggio di decidere consapevolmente verso quale direzione far andare le loro vite…


La narrazione di Francesca Archibugi, regista e co-sceneggiatrice insieme con Doriana Leondeff, puntella con ironia e giusto ritmo i tasselli di un puzzle che lentamente si compone in un quadro ben più complesso di quello che potrebbe sembrare dalle premesse. Perché in questi due ragazzi non troviamo traccia di quella vacuità di pensiero che parte del cinema italiano ha recentemente attribuito ai suoi personaggi adolescenti, lasciandoci credere con orrore che quella vacuità fosse inesorabile parte del DNA dei nostri figli, i quali pare non possano avere altro scampo se non quello di identificarsi nelle deviazioni di Melissa P. oppure nell’irritante insensatezza di Ho voglia di te (solo l’ultimo esempio poco edificante di un buco culturale che sta diventando una voragine). Ma ecco spuntare dal cilindro della Archibugi due ragazzi che sanno essere teneri e impreparati alla vita, alle sue spiazzanti sorprese, con gli occhi buoni e i sentimenti colti sul nascere di un misto perfetto di spontaneità e ironico umorismo, senza disturbare mai con facili scivoloni nell’introspezione psicologica a tutti i costi, senza toccare mai il luogo comune del ritrovamento esistenziale, ma arrivando al punto sempre un attimo prima di inciampare nella banalità.

Qui non abbiamo il viaggio della maturità che fu di Silvio Muccino (Che ne sarà di noi) perché in compenso abbiamo acquistato qualcosa di molto più importante: quel viaggio-formazione alla scoperta di una Maturità che per i ragazzi sarà ben lontana da libri e professori, ma piuttosto vicinissima alla scoperta, molto inconsapevole e per tale ragione ancora più indispensabile, dell’origine della propria identità, delle sconosciute sensazioni da innamoramento e soprattutto del respiro di una esperienza limite che gli aprirà gli occhi di fronte alle tante lezioni ancora da imparare.

I due debuttanti (bravo il figlio d’arte Andrea Miglio Risi, molto bravo Tom Karumathy) salpano alla volta di un Paese sconosciuto e “puzzolente” in cui, come da copione, si faranno derubare di soldi e documenti per poi scoprire che gli alberghi non hanno tutti i campi da tennis e la piscina ma possono essere anche gli affollati androni di una stazione ferroviaria. Figli di un ambiente borghese che non li ha svezzati a dovere, affronteranno esperienze a loro sconosciute, verranno separati, sperimenteranno la paura di ritrovarsi soli, fino a quando non incapperanno casualmente in un microcosmo di umanità in cui una coraggiosa dottoressa, Chiara (Giovanna Mezzogiorno, bravissima), si sporca le mani facendo il mestiere che (molti) altri preferiscono svolgere tra le pareti asettiche di uno studio. E allora, per gli occhi buoni e un po’ maliziosi dei due ragazzi, saranno altre lezioni (di volo) da far proprie e tenere gelosamente custodite in attesa che arrivi la famosa Maturità (quella che non si esprime in centesimi).


Titolo: Lezioni di volo
Regia: Francesca Archibugi
Sceneggiatura: Doriana Leondeff, Francesca Archibugi
Fotografia: Pasquale Mari
Interpreti: Giovanna Mezzogiorno, Andrea Miglio Risi, Tom Karumathy, Anna Galiena, Angela Finocchiaro, Flavio Bucci, Roberto Citran, Archie Pnjabi, Mariano Rigillo, Douglas Henshall
Nazionalità: Italia, 2007
Durata: 1h. 46′


Percorsi Tematici

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Scrivi un commento







Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure puoi iscriverti alla pagina senza commentare.