Stai leggendo:

"Batman Begins" di Christopher Nolan

16 giugno 2005 Recensioni 13 Commenti
Batman

Warner, 17 Giugno 2005 – Insipido

Rimasto orfano da bambino, il miliardario Bruce Wayne decide di fuggire in Tibet, dove viene addestrato alle arti marziali. Tornato a Gotham City, la trova in balia del crimine e della corruzione. Decide allora di diventare un simbolo in grado di instillare paura nei criminali…


Una scena di Batman BeginsTorna sugli schermi l’uomo pipistrello, otto anni dopo il baraccone di Batman & Robin. Lo fa dopo lunga gestazione e con un regista in grado di piegare alla propria visione artistica le regole imposte da produttore e casa editrice, facendo quindi sperare per il meglio gli appassionati del Batman burtoniano. Le cose non sono però andate per il meglio, con una specie di Batman: Year One poco entusiasmante e troppo lungo, quasi all’acqua di rose rispetto ad alcune versioni fumettistiche “suggested for mature readers” anche se appare evidente la volontà di Nolan di indirizzare il film verso un pubblico non di giovanissimi. Probabilmente, però, il personaggio si adatta poco al suo stile registico perché in linea generale si può dire che i difetti maggiori del film siano colpa sua.

Liam Neeson e Christian Bale in Batman BeginsPoco meno di 140 minuti, e Batman fa la sua prima apparizione dopo oltre un’ora. Curiosamente, la prima parte è però la migliore del film, con un buon uso del flashback (caro al regista di Memento) e un interessante racconto dell’addestramento di Bruce. Poi, col suo ritorno in città, la narrazione si fa banale e a tratti stucchevole; la genesi del personaggio non appassiona e alla fine l’Alfred di Michael Caine e il “quasi-Q” di Morgan Freeman risultano più interessanti dell’Eroe che dovrebbe catturare la nostra attenzione.

Katie Holmes e Cillian Murphy in Batman BeginsAl di là della pochezza di alcuni momenti della sceneggiatura, c’è comunque un interessante discorso sulla paura (e quindi sul terrorismo), ma Nolan dimostra di non avere le idee ben chiare su come girare le scene d’azione e nella seconda metà della pellicola rinuncia anche all’incrocio delle linee temporali per lasciar spazio ad una trama che però non regge la tensione. Christian Bale è abbastanza bravo nel ruolo principale ma la sua performance è affossata dal pessimo doppiaggio di Claudio Santamaria, mentre Katie Holmes si dimostra ancora una volta un’attricetta di scarso talento e nullo carisma. Ma forse questo è il massimo che potevamo aspettarci da una saga cinematografica che aveva raggiunto livelli di pochezza imbarazzanti e che in questa occasione ha per lo meno compiuto un deciso miglioramento.


La locandina statunitense di Batman BeginsTitolo: Batman Begins (Id.)
Regia: Christopher Nolan
Sceneggiatura: Christopher Nolan, David S. Goyer
Fotografia: Wally Pfister
Interpreti: Christian Bale, Katie Holmes, Michael Caine, Gary Oldman, Liam Neeson, Cillian Murphy, Tom Wilkinson, Rutger Hauer, Ken Watanabe, Morgan Freeman, Linus Roache, Larry Holden, Mark Boone jr, Gerard Murphy, Colin McFarlane
Nazionalità: USA, 2004
Durata: 2h. 17′


Percorsi Tematici

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Attualmente ci sono 13 commenti a questo articolo:

  1. interessante ma molto inferiore al cavaliere oscuro
    anzi questo lo posiziono all’ultimo posto dei film su batman
    non è orrendo comunque ma gradevole
    come film forse è un po migliore ai batman con clooney e quello con val kilmer però.

  2. Alberto Cassani scrive:

    Ultimo posto no, non esageriamo… Quelli diretti da Schumacher sono veramente brutti…

  3. Marco scrive:

    Quoto Alberto. Ultimi posti per quelli di Schumacher.

  4. Anonimo scrive:

    si è vero
    quelli di schumacher li metto agli ultimi posti
    brutti no
    dai almeno la sufficienza

  5. Alberto Cassani scrive:

    No, no: bocciati senza neanche passare dal via.

  6. Riccardo ( ex Mickey Rourke ) scrive:

    Un piccolo commento sui due episodi che hanno preceduto questo:
    Quelli diretti da Schumacker, se non erro sono sceneggiati da Akiva Goldsman.
    Però sono rimasto scioccato.
    Come fa uno sceneggiatore ad aver scritto quelle due schifezze di Batman Forever e Batman & Robin, se poi ha scritto delle meraviglie come A beautiful mind, Cinderella Man e Angeli e demoni.
    è proprio da spararsi in testa.

  7. Riccardo ( ex Mickey Rourke ) scrive:

    Sì però l’interpretazione di Val Kilmer era veramente bella, come del resto tutte le altre.

  8. Edoardo scrive:

    Forever non era malissimo invece,Batman & Robin era orrendo ma Forever diciamo sufficiente.
    Kilmer non è un grande attore,ma per Batman da il meglio di sè,mentre Jim Carrey in quel film è fortissimo. Il problema di Schumacher è che potrebbe essere un gran regista ma proprio non gli va.

  9. Riccardo ( ex Mickey Rourke ) scrive:

    Si però Schumaker ha dato prova di grande attore su film come il fantasma dell’opera e in linea con l’assassino. Quei due erano veramente belli.

  10. Riccardo ( ex Mickey Rourke ) scrive:

    Ops… Volevo dire, di grande regista.

  11. Edoardo scrive:

    Bah…io “Il fantasma dell’opera” l’ho trovato senz’altro diretto meglio rispetto ad altri film di Schumacher,ma non è riuscito poi a piacermi così tanto. Secondo me il suo miglior film è “Un giorno di ordinaria follia” ed anche “In linea con l’assassino” l’ho trovato molto bello.

  12. Marco scrive:

    Rivisto. Il miglior reboot che si poteva realizzare. Vero molto più interessante la prima ora, poi come narrazione diventa un tantino ferraginosa ma il finale chiude in bellezza la pellicola. Nolan, anche grazie a “The Prestige” affinerà molto la sua regia facendola diventare magistrale nel “Cavaliere Oscuro”.
    Comuque consigliato.

  13. igor scrive:

    il miglioer a parer mio

Scrivi un commento







Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure puoi iscriverti alla pagina senza commentare.

Incassi dal 23 al 25 settembre