Stai leggendo:

"Star Wars: La vendetta dei Sith" di George Lucas

9 maggio 2005 Recensioni 7 Commenti
Star Wars - Guerre Stellari

20th Century Fox, 20 Maggio 2005 – Spettacolare

La Guerra dei Cloni sembra essere terminata. Il Consiglio Jedi incarica Obi-Wan Kenobi di assicurare alla giustizia il leader dell’esercito dei droidi, ma il Cancelliere Palpatine è pronto a rovesciare la Repubblica e instaurarsi a capo di una dittatura, con l’aiuto di Anakin Skywalker…


Natalie Portman e Hayden Christensen, con C-3PO (Anthony Daniels) e R2-D2 sullo sfondo«C’era una volta, in una galassia lontana lontana…» l’attesa conclusione della saga che ha appassionato milioni di persone in tutto il mondo. Finalmente il pubblico ha modo di scoprire come l’Impero ha soverchiato la Repubblica, come sono nati Luke Skywalker e Leila Organa, come la casta dei Cavalieri Jedi è stata (quasi) sterminata e come Obi-Wan Kenobi e Yoda si siano salvati. E soprattutto, avrà finalmente modo di vedere cosa realmente ha portato il giovane Anakin Skywalker ad abbracciare il lato oscuro della Forza e indossare l’armatura di Darth Fener. E’ questa l’essenza della storia che fa da conclusione al cerchio iniziato dalla fantasia di George Lucas quasi trent’anni fa. Un cerchio che pare chiuso alla perfezione, senza sbavature o mancanze. Ma non è solo dal punto di vista filologico che La vendetta dei Sith risulta convincente, lo è anche da quello prettamente cinematografico.

YodaLa vendetta dei Sith è probabilmente il capitolo di questa nuova trilogia in cui la componente spettacolare meglio si sposa con le esigenze della storia. La coinvolgente battaglia con cui la pellicola si apre ben dispone gli spettatori a quanto poi segue, e anche se nei 141 minuti di proiezione i momenti di stanca non mancano lo spettacolo è comunque soddisfacente e a tratti esaltante. A parte il prologo, però, i momenti migliori arrivano tutti nella parte finale del film, quando “il gioco si fa duro” e le spade laser iniziano a farla da padrone all’interno però di combattimenti che avrebbero meritato ben altre coreografie.

Ewan McGregor e Hayden ChristensenEra ovvio attendersi il massimo dalla parte visiva del film, e anche se alcune scenografie sono talmente belle da sembrare finte non si può dire che i supervisori agli effetti speciali non abbiano fatto un buon lavoro. Impressiona soprattutto la perfezione con la quale sono stati creati i personaggi interamente virtuali, Yoda in primis. Ciò che realmente stona, forse gli unici due veri difetti della pellicola, sono il brutto doppiaggio con cui Federica de Bortoli dà voce italiana a Natalie Portman e la totale incapacità di Hayden Christensen, attore mediocre e assolutamente privo della presenza scenica richiesta da un personaggio mitico come Lord Fener. Ma sono solo due piccole difetti all’interno di un film che saprà far andare fuori di testa i fan e divertire gli spettatori “comuni”.

Senz’altro una degna conclusione per una delle saghe più famose della storia del cinema.


La locandina statunitenseTitolo: Star Wars – Episodio III: La vendetta dei Sith (Star Wars: Episode III – Revenge of the Sith)
Regia: George Lucas
Sceneggiatura: George Lucas
Fotografia: David Tattersall
Interpreti: Ewan McGregor, Hayden Christensen, Natalie Portman, Ian McDiarmid, Samuel L. Jackson, Anthony Daniels,Temuera Morrison, Christopher Lee, Keisha Castle-Hughes, Jimmy Smits
Nazionalità: USA, 2005
Durata: 2h. 21′


Percorsi Tematici

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Attualmente ci sono 7 commenti a questo articolo:

  1. JURM Ben ISman - Ioannoni Giovanni scrive:

    AMATI FIGLI DI DIO, SI PRENDA ATTO CHE…
    Nell’Imminente Ascensione nei Cieli in Corpo, Mente, Anima e Spirito per i Figli di DIO ad opera di Gesù Cristo, ci Salverà dall’annientamento per poi essere Reinseriti sulla Terra una volta Purificati e Rigenerati, noi saremo tramite la Divina Discensione di nuovo posti SOPRA la SUPERFICE della Nostra Meravigliosa Nuova Terra Rigenerata e in un Nuovo Cielo Inseriti sempre ad opera di Jesus Cristus nostro Signore.
    Si Preghi con Fervida Fede in DIO UNO ONNIPOTENTE in attesa del Ritorno della Venuta del Signore Jesus Cristus nostro Salvatore.
    IN NOME DEL PADRE, DEL FIGLIO E DELLO SPIRITO SANTO GENERATORE DI MARIA MADRE DI DIO, COSI’ SIA, ( dove nella Tradizione più antica implica che lo Spirito Santo possa coincidere con il principio Generatore Femminile. )
    ABBIATE FEDE !
    BELOVED SON OF GOD, YOU ACKNOWLEDGE THAT …

    Forthcoming Ascension in Heaven in Body, Mind, Soul and Spirit to the Children of God by Jesus Christ, save us from annihilation only to be reinstated on Earth once purify and revitalize, we will be using the new Divine Discensione placed on the surface of our beautiful New Earth New Heaven and a Rigenerata Submissions Cristus again by Jesus our Lord.

    We pray with fervent faith in GOD ALMIGHTY ONE awaiting the return of the Coming of the Lord Jesus our Savior Cristus.

    IN THE NAME OF THE FATHER, THE SON AND THE HOLY SPIRIT GENERATOR OF MARY, MOTHER OF GOD, SO ‘IS, (where the most ancient tradition implies that the Holy Spirit to coincide with the principle of generation of women.)

    HAVE FAITH !

  2. Marco scrive:

    L’Apocalisse è ufficialmente iniziata ;)

  3. Alberto Cassani scrive:

    E sì che mancano ancora quasi due anni…

  4. Riccardo scrive:

    Oh Mamma! Basta che non sia il solito tizio che mi invia anche le e-mail con profezie apocalittiche.

    Ma voi ci credete?

  5. Sebastiano scrive:

    In George Lucas?

  6. Riccardo scrive:

    No, nel DOOMSDAY 2012

  7. Riccardo scrive:

    Per i fan più accaniti consiglio un fanmovie tutto italiano intitolato Dark Resurection, ecco la prima parte

    http://www.youtube.com/watch?v=5VPOymAqQIY&NR=1

    Voce fuoricampo di Claudio Sorrentino.

Scrivi un commento







Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure puoi iscriverti alla pagina senza commentare.