Stai leggendo:

"L'Impero colpisce ancora" di Irvin Kershner

26 aprile 2016 Recensioni 6 Commenti
L'Impero colpisce ancora

20th Century Fox, 12 Settembre 1980 – Maturato

La lotta tra l’Impero e i ribelli continua senza pause con un massiccio attacco alla base dell’Alleanza sul pianeta Hoth. Salvi per miracolo, Leila e Ian Solo devono darsi alla fuga mentre Luke sceglie di allontanarsi per cercare un anziano maestro che lo possa istruire nei misteri della Forza…


David Prowse, Billy Dee Williams e Jeremy Bulloch in una scena di Guerre Stellari - L'Impero colpisce ancoraIl successo del primo Guerre Stellari permette a George Lucas di abbandonare una cabina di regia che all’epoca gli stava scomoda e prendersi una posizione di produttore da cui si avvale tanto della regia di Irvin Kershner quanto delle idee di Leigh Brackett prima e Lawrence Kasdan poi. Sono proprio queste collaborazioni che permettono a L’Impero colpisce ancora di fare quel necessario passo in avanti rispetto al suo predecessore nella migliore direzione possibile.

Carrie Fisher ed Harrison Ford in Guerre Stellari - L'Impero colpisce ancoraL’Impero colpisce ancora abbandona almeno in parte la divertente miscela di generi cinematografici che era punto di forza del capostipite per una storia più omogenea e adulta, sufficiente a far maturare in modo credibile quei personaggi che alla loro comparsa sul grande schermo erano stati appena sbozzati. Ecco quindi la possibilità di osservare più da vicino i reali sentimenti di Ian e Leila, scoprire la paura e la rabbia di Luke e nuovi lati della malvagità Darth Vader. I dialoghi in particolare migliorano decisamente, così che proprio in queste due ore trovano posto diverse battute memorabili, le migliori della serie.

Mark Hamill e David Prowse in una scena di Guerre Stellari - L'Impero colpisce ancoraMa il film non vive di sola rendita, godendo dell’introduzione di nuovi personaggi altrettanto brillanti, su tutti il maestro Yoda, allora marionetta animata e in futuro creatura digitale. Il livello complessivo dello spettacolo è se possibile ancora più alto del predecessore, grazie alla grandiosità della battaglia di Hoth e un secondo confronto di spade laser che condurrà a uno dei colpi di scena più famosi della storia del cinema. Il tutto grazie a un ritmo coraggiosamente meno frenetico e un’atmosfera più sinistra, che negli anni faranno di questo primo seguito il capitolo generalmente più amato dalla critica tra tutti quelli della saga. Capitolo abbastanza sottovaluto al momento dell’uscita in sala, quando molti critici si lamentarono della differenza di tono con il film di tre anni prima, senza immaginare con cosa avrebbero avuto a che fare in seguito.


La locandina di Guerre Stellari - L'Impero colpisce ancoraTitolo: Guerre Stellari – L’Impero colpisce ancora (Star Wars: The Empire Strikes Back)
Regia: Irvin Kershner
Sceneggiatura: Leigh Brackett, Lawrence Kasdan
Fotografia: Peter Suschitzky
Interpreti: Mark Hamill, Harrison Ford, Carrie Fisher, Billy Dee Williams, Anthony Daniels, David Prowse, Peter Mayhew, Kenny Baker, Alec Guinness, Jeremy Bulloch, John Hollis, Jack Purvis, Des Webb, Kenneth Colley
Nazionalità: USA, 1980
Durata: 2h. 04′


Percorsi Tematici

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Attualmente ci sono 6 commenti a questo articolo:

  1. Nino ha detto:

    E la stella?

  2. Enrico Sacchi ha detto:

    Sono stato abbastanza indeciso se proporla, sia per questo che per “Una nuova speranza”, così come ho dovuto riflettere per decidere su quale fosse il migliore tra i due. Ho reputato alla fine che lo scarto qualitativo non giustificava una stella sì e una no, quindi ho deciso di non metterla a nessuno dei due.

  3. Donato ha detto:

    Penso che non ci siano dubbi sul fatto che questo sia il migliore di tutta la saga. In genere i film con il numero “2” deludono le aspettative, ma questa è la classica eccezione (insieme al secondo X-Men)…

  4. Alberto Cassani ha detto:

    Aggiungerei alla lista almeno anche il secondo Spider-Man e forse il secondo Padrino e il secondo Fantozzi.

  5. Alessandro Pitocco ha detto:

    Veramente stellare, il migliore dell’intera saga, i film di Star Wars non mi stancano mai, ognuno mi ha lasciato qualcosa di straordinario(forse Episodio I La Minaccia Fantasma un po’ meno), Rogue One è stato poi uno spin-off sorprendente, certo che però la Trilogia Classica non si cambia con nessuna. Il primo Guerre Stellari (Una nuova speranza) l’ho voluto vedere immaginandomi di essere tornato a tanto tempo fa… mi sono voluto sorprendere e ci sono riuscito, il secondo però ha superato ogni aspettativa, stupendo sotto ogni punto di vista.
    Di casi sul secondo film che supera il primo aggiungerei anche le due saghe di Batman, Batman il ritorno di Burton e Il Cavaliere Oscuro di Nolan 😉 .

  6. Alessandro Pitocco ha detto:

    La recensione da inoltre voce ai motivi per cui questo Episodio di Star Wars è quello generalmente più amato, la maturazione dei personaggi, i loro sentimenti, Yoda, la battaglia di Hoth, l’epico scontro finale tra Luke e Vader, il ritmo e l’atmosfera più matura e dark. Una recensione che centra il bersaglio valorizzando il miglior Episodio di tutta la saga più “stellare” di sempre!

Scrivi un commento








Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].