Stai leggendo:

I 5 film del 2015

25 dicembre 2015 News 13 Commenti
CineFile

Visto che l’anno si avvia a conclusione, noi della redazione di CineFile abbiamo deciso di segnalarvi quelli che riteniamo siano stati i migliori film usciti in Italia nel corso degli ultimi dodici mesi. Ne abbiamo selezionati cinque, anche se diversi altri avrebbero meritato di essere citati, e abbiamo scelto di presentarveli in ordine alfabetico invece che di merito, perché tutti e cinque meritano di essere visti. Quindi, se ancora non l’avete fatto, preparate il lettore DVD…


American Sniper di Clint Eastwood

American SniperChris Kyle, “la leggenda”, è il cecchino con il maggior numero di vittime accertate nella storia delle forze armate statunitensi. Durante quattro turni in Iraq ha ucciso 160 nemici, ma un cecchino siriano chiamato Mustafà diventa il suo chiodo fisso, tanto da farlo restare con la mente in Iraq quando il corpo è casa con moglie e figli… La recensione di Alberto Cassani

Inside Out di Pete Docter

Inside OutNel profondo della mente della piccola Riley, cinque emozioni lavorano alacremente per far sì che la sua vita sia la migliore possibile: Gioia, Tristezza, Paura, Rabbia e Disgusto. Ma quando la famiglia di Riley lascia il Minnesota per San Francisco le cose si fanno più complicate, e i ricordi felici si velano di tristezza… La recensione di Alberto Cassani

Mad Max: Fury Road di George Miller

Mad Max: Fury RoadIn un mondo sopravvissuto a stento a un’apocalisse, lo spietato Immortan Joe soggioga gli inermi grazie alla sua banda di folli Figli della Guerra. L’Imperatrice Furiosa, parte della sua corte, architetta un disperato piano di fuga per ribellarsi. A fare la differenza nello scontro tra i due, sarà però il misterioso e instabile Max… La recensione di Enrico Sacchi

Mia madre di Nanni Moretti

Mia madreLa signora Ada è ricoverata in ospedale per una malattia al cuore, e i suoi figli vivono il momento con la paura di perdere la loro madre. Entrambi cercano allora di prendere le distanze dalla realtà: Margherita attraverso la finzione del suo cinema e del suo film, Giovanni mediante un periodo di aspettativa dal lavoro… La recensione di Annalisa Liberatori

Whiplash di Damien Chazelle

WhiplashAndrew Neiman ha 19 anni, è al primo anno di conservatorio e sogna di diventare un grande batterista. Terrence Fletcher, il direttore dell’orchestra della scuola, lo sceglie come batterista di riserva nonostante sia appena agli inizi, ma quello che a Andrew sembra un sogno si tramuta molto presto in un vero e proprio incubo… La recensione di Alberto Cassani


Percorsi Tematici

  • Non ci sono percorsi tematici collegati a questo articolo.
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Attualmente ci sono 13 commenti a questo articolo:

  1. Antonio scrive:

    Stupendo Mad Max ,vero vincitore di quest’anno .
    Devo recuperare assolutamente Inside Out.
    Quello che non condivo è quel propagandistico e freddo American Sniper , uno dei film piu’ sopravvalutati di Eastwood ,non sono riuscito proprio a digerirlo.
    Quest’anno ho amato particolarmente Ex Machina , Sicario e The Martian e sono rimasto piacevolmente intrattenuto con il nostalgico Jurassic World per l’area Blockbuster.
    Bellissimo anche il forte Desde Allà dove sono gli interpreti maschili a reggere l’intera pellicola.

  2. Riccardo scrive:

    Secondo me Mad Max merita l’Oscar

  3. Alberto Cassani scrive:

    In effetti avevamo preso in considerazione anche Sicario ed Ex Machina, ma ci siamo divisi molto e alla fine non hanno convinto abbastanza persone. Mad Max sorpresa dell’anno sia per l’età del regista sia perché i dubbi erano molti. American Sniper invece è girato e montato talmente bene che secondo me fa dimenticare la retorica guerrafondaia, che d’altronde non è certo una novità per Eastwood.
    Desde allà (che in realtà a noi veneziani non era piaciuto) esce a fine gennaio quindi sarà in corsa l’anno prossimo, come anche Il figlio di Saul, che per me è già il film più bello del 2016.

  4. Antonio scrive:

    Sono contento che ,in parte, condividete i stessi film che io ho adorato .
    Ritornando ad American Sniper io avrei inserito l’equivalente politico “Ponte Delle Spie” del grande SPIELBERG .
    Invece come Worst 5?
    Io ho ODIATO Jupiter Acending , Fantastici 4 (delusione amarissima) , l’ingarbugliato Tomorrowland, Exodus e Settimo Figlio……delusione per Crimson Peak .

  5. Alberto Cassani scrive:

    Fare le classifiche dei peggiori è più complicato perché si finisce per pesare anche l’importanza dei nomi coinvolti. Un filmaccio senza pretese è sicuramente più brutto di un film blasonato ma malriuscito, ma quest’ultimo ha sicuramente più ragioni di essere inserito in classifica. Per quanto mi riguarda farei una classifica (in ordine cronologico) con Jurassic World, Come ti rovino le vacanze, A Bigger Splash, Sangue del mio sangue e Crimson Peak, ma di certo durante l’anno sono uscite cose peggiori (Fantastici 4, ad esempio).

  6. Riccardo scrive:

    Alberto, la tua opinione su Exodus?

  7. Alberto Cassani scrive:

    Non l’ho ancora visto: la mia fiducia verso Scott è ai minimi termini, ma visto che mi è piaciuto The Martin penso che lo recupererò in primavera.

  8. Plissken scrive:

    Insomma un anno da dimenticare…

  9. Alberto Cassani scrive:

    Non un anno da ricordare, ecco… Però le belle cose ci sono state, dai.

  10. Sebastiano scrive:

    Non ho visto “MIa madre”, ma per il resto sottoscrivo.
    Certamente Mad Max su tutti.
    American Sniper ci ha riempito la sala anche cinque mesi dopo l’uscita.
    Ex Machina il film piu’ discusso e partecipato del nostro cineforum. Averne.

  11. Plissken scrive:

    Sono davvero preoccupato diamine, dico sul serio. Essendo sempre stato appassionato di sci-fi et similia ed avendo goduto appieno dei passati trascorsi milleriani pensavo di poter carpire i presunti aspetti elegiaci del “Fury Road”, ma al di là della pregevole scenografia e della ridondanza del comparto “action” il film m’è apparso d’una vacuità miserevole al pari di un qualunque “fast & furious”.

    Povero me :-(

  12. Alberto Cassani scrive:

    Ma secondo me anche il primo Mad Max era poco più di una versione apocalittica di un Fast & Furious dell’epoca. Questo nuovo vuole appunto essere un film d’azione polveroso girato come i registi più giovani si sognano.

  13. Sebastiano scrive:

    Mad Max: una banda di invasati che scorazza per il deserto devastando tutto in nome di una fede cieca, con automezzi armati, mascherati e vessilli al vento… non vi ricorda nulla? Altro che FF.

Scrivi un commento







Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure puoi iscriverti alla pagina senza commentare.