Stai leggendo:

"Miami Vice" di Michael Mann

27 settembre 2006 Recensioni 8 Commenti
Miami Vice

Uip, 6 Ottobre 2006 – Vuoto

A due detective della polizia di Miami viene chiesto di infiltrarsi in una banda di trafficanti di droga. Fingendosi esperti trasportatori, i due arrivano a conoscere il capo della banda, che non è però colui che credevano. E mentre l’operazione si fa sempre più intricata, il rischio di essere scoperti si fa sempre più alto…


Jamie Foxx e Colin Farrell in Miami ViceQualcuno potrà magari risentirsi, ma questo Miami Vice è poco più che l’ennesimo capitolo della rivisitazione cinematografica dei vecchi serial televisivi che va così di moda nella Hollywood di questi ultimi anni. Certo è un prodotto ben diverso da Hazzard o Starksy & Hutch, ma nella sua sostanza non è poi così lontano da S.W.A.T.. E se Michael Mann vuole fortemente riallacciare questo film con il suo precedente Collateral, tra le altre cose ambientando la scena iniziale in una discoteca e usando in generale lo stesso tipo di fotografia, non riesce poi a creare lo stesso pathos né tantomeno ad interessare gli spettatori alle vicende di due poliziotti di cui sappiamo troppo poco nonostante il nome che portano.

Gong Li e Colin Farrell in Miami ViceDella serie originale non rimane null’altro che i nomi dei personaggi, ma questo non sarebbe di per sé un male se Mann (produttore esecutivo ma mai regista del telefilm) fosse riuscito ad attualizzare l’ambientazione e la vicenda in una maniera cinematograficamente efficace. Invece la narrazione è lenta e a tratti confusa, l’azione latita e dei personaggi principali ci viene detto troppo poco per farci interessare alla loro storia e preoccupare per le loro sorti.

Jamie Foxx e Colin Farrell in Miami ViceE’ vero che la lavorazione del film in Sud America è stata funesta da numerosi incidenti, che hanno fatto schizzare i costi di produzione ad un incredibile totale di 135 milioni di dollari, ma la sostanza è che nelle due ore e un quarto di proiezione non c’è forse nulla che merita di essere ricordato: non il ritratto dei due poliziotti offerto da Farrell e Foxx, non la confezione generale e nemmeno la sparatoria conclusiva. Se Michael Mann è un Autore cinematografico con la A maiuscola, a guardare Miami Vice non si direbbe proprio…


La locandina di Miami ViceTitolo: Miami Vice (Id.)
Regia: Michael Mann
Sceneggiatura: Michael Mann
Fotografia: Dion Beebe
Interpreti: Colin Farrell, Jamie Foxx, Gong Li, Naomie Harris, Ciarán Hinds, Justin Theroux, Luis Tosar, Barry Shabaka Henley, John Ortiz, Elizabeth Rodriguez, Isaach De Bankolé, Domenick Lombardozzi, Eddie Marsan, Mario Ernesto Sánchez
Nazionalità: USA, 2006
Durata: 2h. 14′


Percorsi Tematici

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Attualmente ci sono 8 commenti a questo articolo:

  1. Riccardo ( ex Mickey Rourke ) scrive:

    Possiamo dire che Mann si è lasciato prendere un po’ troppo la mano. A differenza di altre precedenti pellicole da lui dirette ci si poteva aspettare di meglio.
    Inoltre ci sono molti riferimenti a Heat-la sfida, di gran lunga più riuscito.

  2. filippo mason scrive:

    lungo, dilatato, forse pesante ma mi ha colpito, non è facile da guardare ma l ‘ho trovato triste e quel senso di solitudine pur essendo un film duro e muscolare io l ‘ho provato nei protagonisti. Non è il migliore dei mann ma per me ha molte cose positive. forse in certi punti diventa troppo un esercizo di stile ma dietro si sente un’ umanità anche se si fa fatica a recepire.

  3. Edoardo scrive:

    A me è piaciuto moltissimo in alcune scene,ma in altre è piuttosto noioso,al cinema mi sono addormentato. Da Mann ci si aspetta molto di meglio.

  4. Riccardo ( ex Mickey Rourke ) scrive:

    Mann è un grande regista e farebbe dei capolavori se lo volesse. il suo problema è che non si impegna molto e magari qualcosa che a lui piace non piacerebbe a noi.
    In parole povere, come ho detto nel mio primo commento su questo film, si è lasciato prendere la mano.

  5. Edoardo scrive:

    Mann è uno dei migliori registi del mondo,molti sui film sono capolavori (Heat,Collateral,Alì,Manhunter,Insider e Nemico Pubblico,secondo me). Ma in questo film ha fatto cilecca. Secondo me non avrebbe mai dovuto realizzarlo.
    Che non si impegni molto non so dirtelo,sicuramente in questo film no,ma in molti altri si.

  6. Riccardo ( ex Mickey Rourke ) scrive:

    Edoardo, dimentichi anche l’ultimo dei mohicani fra i migliori di mann.

  7. Riccardo ( ex Mickey Rourke ) scrive:

    Riguardo manhunter ho dei seri dubbi che sia un capolavoro.
    secondo me ne è uscito meglio il remake: red dragon.

  8. Edoardo scrive:

    Non lo so,Red Dragon è bello,ma non so se sia meglio di Manhunter,dovrei rivedermelo perchè ricordo che mi piacque molto. Rattner in quel film ha dato forse la sua miglior prova registica. Si,mi sono scordato “L’ultimo dei Mohicani” e “Strade Violente” tra i capolavori di Mann. Spero che in futuro ci possa regalare sempre meglio perchè veramente di bravura ne ha tanta.

Scrivi un commento







Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure puoi iscriverti alla pagina senza commentare.

Incassi dal 23 al 25 settembre