Stai leggendo:

"Powder Blue" di Timothy Linh Bui

20 luglio 2009 Recensioni 5 Commenti
Powder Blue

Inedito in Italia – Banale

Nella Los Angeles che promette fortuna a chiunque ma distrugge in un attimo i sogni di tutti, si incrociano le vite di quattro persone: una spogliarellista col figlio malato, un becchino pieno di debiti, un uomo appena uscito di prigione e un vedovo che non trova il coraggio di farla finita…


Jessica Biel in Powder BlueCurioso destino, quello di questo Powder Blue. Negli Stati Uniti se n’era parlato molto durante la fase di pre-produzione, quando Jessica Biel firmò un contratto che la impegnava con dovizia di particolari a girare scene di nudo, ma quando poi è stato presentato all’American Film Market nessuno se n’è interessato e la pellicola è finita direttamente sugli scaffali delle videoteche senza passare dalle sale cinematografiche. Colpa del regista e sceneggiatore Timothy Linh Bui, che ha messo insieme un film pretenzioso ma inconcludente, basato sull’ormai trita tecnica delle storie diverse che si incrociano e influenzano a vicenda.

Eddie Redmayne in Powder BlueAl di là della Biel, che non è assolutamente in grado di reggere un ruolo intenso come avrebbe dovuto essere questo, Bui è riuscito ad avere a disposizione un cast di discreto livello (ma il migliore è il giovane Eddie Redmayne), e sembra chiara idea di replicare la felice esperienza di Crash. Ma là al timone c’era Paul Haggis, qui un regista inesperto con poche idee ma confuse, che vuol parlare della solitudine umana e pontificare sulla speranza da non perdere mai senza però avere le capacità per farlo efficacemente. Tant’è che una storia già banale e prevedibilissima arriva ad un climax ridicolo e mal girato. E più che far pensare, il film fa rimpiangere il tempo perso guardandolo.


Titolo: Powder Blue
Regia: Timothy Linh Bui
Sceneggiatura: Timothy Linh Bui
Fotografia: Jonathan Sela
Interpreti: Jessica Biel, Eddie Redmayne, Forest Whitaker, Ray Liotta, Lisa Kudrow, Patrick Swayze, Kris Kristofferson, Alejandro Romero, Sanaa Lathan, Chandler canterbury, Jeffrey Adam Baker, Navid Negahban, Ravi Patel, Billy Wirth
Nazionalità: USA, 2009
Durata: 1h. 46′


Percorsi Tematici

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Attualmente ci sono 5 commenti a questo articolo:

  1. Anonimo scrive:

    Il film sarà brutto ma Jessica è figa!

  2. Anonimo scrive:

    Ho appena visto questo film in lingua originale.
    Non sono affatto d’accordo con la recensione.
    Certo il film non ha lo spessore di “Crash” e sicuramente non avrà avuto la stessa pubblicità.
    Ma il film è lineare nella sua trama e l’interpretazione degli attori (sopra tutti Forest Whitaker che troppo poco si vede al cinema) è ottima.
    Ad ogni modo se vi sono piaciuti film come “Crash” o “Magnolia” il film va visto.

  3. Alberto Cassani scrive:

    Io direi che la trama è coerente, più che lineare. Però è ovvia sia nel modo in cui è sviluppata sia nei suoi intenti, e francamente tutti questi film a storie incrociate hanno veramente stufato, perché gli esempi non sono solo Crash e Magnolia, ma anche Altman, Gomorra, Inarritu, City of God, Traffic, Tarantino… E questi qui che ho citato sono tutti esempi più riusciti di Powder Blue

    Poi a me è piaciuto il ragazzo protagonista, però è vero che Whitaker è un attore molto bravo e che Hollywood dovrebbe valorizzarlo di più.

  4. Michele scrive:

    Volevo solo far presente al recensore Alberto Cassani che è piuttosto severo nel giudizio della Biel, dato che la sua prova è una delle poche cose belle del film. La Biel, in questo film, dimostra di essere un’attrice valente.

  5. Alberto Cassani scrive:

    Mah… A me, invece, è sembrata ancora peggio che in altre occasioni. Eddie Redmayne fa un figurone, al suo fianco…

Scrivi un commento







Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure puoi iscriverti alla pagina senza commentare.