Stai leggendo:

Gli uccelli di Alfred Hitchcock

9 luglio 2019 Recensioni 0 Commenti
Gli uccelli

Universal International, 31 Ottobre 1963 – Magistrale

Melanie viaggia verso Bodega Bay. Giunta a destinazione, però, è testimone dello strano comportamento che sta caratterizzando tutti gli uccelli del luogo: lei viene ferita alla fronte da un gabbiano, dei bambini sono attaccati da uno stormo di corvi e infine i gabbiani scendono in picchiata sulla città provocando anche un incendio…


Gli uccelli è uno dei film più terrorizzanti di Alfred Hitchcock, che qui merita in pieno il titolo di “Maestro del Brivido”. Una delle ragioni principali dietro l’efficacia della pellicola è la scelta di non dare alcuna spiegazione al comportamento degli uccelli, aumentando così il senso di inquietudine che si prova durante la visione. In più, il fatto che gli uccelli mostrati nel film appartengano a specie comuni – che si possono incontrare quasi in ogni quartiere di ogni città – non fa altro che aggiungere un’ulteriore strato di inquietudine alla vicenda.

Ispirato ad un racconto di Daphne du Maurier e sceneggiato dal giallista Ed McBain (col suo nome anagrafico: Evan Hunter), Gli uccelli è un film tecnicamente eccelso, in cui la tensione aumenta con il passare dei minuti e in cui la costruzione drammatica impedisce al pubblico di anticipare gli avvenimenti. All’inizio la pellicola pare quasi un dramma psicologico, con la protagonista costretta ad avere a che fare con la possessiva madre del suo fidanzato, ma quando gli attacchi cominciano a farsi sempre più gravi, il film si fa più crudo e violento.

La scena in cui Tippi Hedren rimane bloccata in una cabina telefonica è tuttora capace di far stringere i braccioli della poltrona finché le nocche non diventano bianche, nonostante la tecnica degli effetti speciali usata è evidente agli occhi smaliziati del XXI secolo. E alla fine, quell’auto che si allontana sotto lo sguardo attento di tutti quegli uccelli…


La locandinaTitolo: Gli uccelli (The Birds)
Regia: Alfred Hitchcock
Sceneggiatura: Evan Hunter
Fotografia: Robert Burks
Interpreti: Tippi Hedren, Rod Taylor, Jessica Tandy, Suzanne Pleshette, Veronica Cartwright, Ethel Griffies, Charles McGraw, Ruth McDevitt, Lonny Chapman, Joe Mantell, Doodles Weaver, Malcolm Atterbury, John McGovern, Karl Swenson, Richard Deacon
Nazionalità: USA, 1963
Durata: 1h. 59′


Percorsi Tematici

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Scrivi un commento







Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].