Stai leggendo:

"Rent" di Chris Columbus

6 aprile 2006 Recensioni 0 Commenti
Rent

Sony, 21 Aprile 2006 – Piatto

Alcuni ragazzi che vivono in un quartiere degradato di New York si uniscono per impedire alla società proprietaria del loro palazzo di sfrattarli e abbattere lo stabile per iniziare il processo di riqualifica del quartiere. I ragazzi sono tutti artisti di scarso successo ma dalle forti idee anticonvenzionali, dei bohémien…


Una scena di RentArriva sugli schermi cinematografici anche il musical di Jonathan Larson ispirato alla Bohème di Puccini, reduce dall’enorme successo ottenuto ad ogni latitudine negli ultimi dieci anni. E ci arriva con il cast originale di Broadway quasi al gran completo. Le uniche due sostituzioni derivano dall’età delle attrici originali non più compatibile con quella dei loro personaggi, ma una delle due riguarda proprio l’unica stella cinematografica del film, Rosario Dawson, che si dimostra attrice eclettica ma forse non del tutto adatta a questo tipo di produzioni.

Wilson Jermaine Heredia e Jesse L. Martin in RentChris Columbus rimane molto fedele all’opera di Larson, sostituendo solo alcune canzoni con parti dialogate per aiutare la narrazione, ma non riesce a creare scene realmente trascinanti e soffre della pochezza musicale delle canzoni. Perché in effetti, se le parti cantate presentano delle belle parole, la parte prettamente musicale di Rent è abbastanza piatta e ripetitiva: sono davvero poche le melodie che restano in testa e mai si ha l’impressione di assistere ad un film davvero ben riuscito sotto l’aspetto musicale. Un film che, peraltro, arriva anche ad un finale davvero risibile.

Rosario Dawson in RentVincitore di quattro Tony Award e, soprattutto, di un Premio Pulitzer, Rent è comunque un musical che affronta con la giusta delicatezza il dilagare dell’AIDS nel periodo in cui è ambientato (1989/90) e presenta in maniera credibile un quartiere della Grande Mela che in quel periodo era davvero un ghetto invivibile prima di essere trasformato in un quartiere più trendy e di conseguenza meno bohémien. Ecco, forse il film pecca proprio (anche) di eccessiva semplificazione nella rappresentazione della vita bohémien, perché in fondo poco ci viene mostrato della concezione della vita che hanno i protagonisti, che pure – a loro dire – traggono ispirazione da molti personaggi famosi. Purtroppo per noi, solo nelle loro parole e non nei loro gesti diventa chiaro che «l’opposto della guerra non è la pace, ma la creazione artistica».


La locandina di RentTitolo: Rent (Id.)
Regia: Chris Columbus
Sceneggiatura: Stephen Chbosky
Fotografia: Stephen Goldblatt
Interpreti: Rosario Dawson, Taye Diggs, Wilson Jermaine Heredia, Jesse L. Martin, Idina Menzel, Adam Pascal, Anthony Rapp, Tracie Thoms, Aaron Lohr, Sarah Silverman, Wayne Wilcox, Anna Deavere Smith, Daryl Edwards, Daniel London
Nazionalità: USA, 2005
Durata: 2h. 15′


Percorsi Tematici

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Scrivi un commento







Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure puoi iscriverti alla pagina senza commentare.