Stai leggendo:

"Paradiso + Inferno" di Neil Armfield

26 gennaio 2013 Recensioni 0 Commenti
Paradiso + Inferno

Nexo, 24 Novembre 2006 – Incerto

Candy e Dan si amano. Lei dipinge e lui è un poeta. Vivono di piccoli furti, la droga la fa da padrona. Ma loro si amano davvero e decidono di sposarsi. E’ l’inizio della discesa dal Paradiso alla Terra: la necessità dell’eroina è sempre più pressante, e finirà per portarli all’Inferno…


Abbie Cornish e Heath LedgerUna vita divisa in tre capitoli, quella di Candy e Dan. Un delirio potenzialmente poetico tra amore e droga, con l’illusione che tutto possa continuare ad andare bene pur vivendo una vita da tossicodipendenti. Una giostra che gira – metafora inconfondibile dell’intero film, o quantomeno dell’illusorio primo capitolo – apre il sipario, mentre un filo conduttore che lega i tre capitoli è la figura, sopra le righe se vogliamo, di Casper, una sorta di padre sostitutivo che arriva in soccorso dei due protagonisti in caso di difficoltà, elargendo droga o denaro.

Abbie CornishNon ci è dato sapere nulla circa il passato di Candy e Dan, ma abbiamo la fortuna di dare un’occhiata alla famiglia di lei. I suoi genitori, decisamente troppo poco interessati alle sorti della figlia, restano oltremodo passivi. Il padre è un uomo di buon cuore, ma sembra cieco alle necessità di sua figlia: un abbraccio non risolve tutto e un pianto singhiozzato neanche. La figura paterna resta quindi più pietosa che protettiva. La madre, d’altro canto, non riesce a reprimere la rabbia e la disperazione per le sorti di una figlia che fa uso di eroina, ed esplode nella maniera più inappropriata che si potesse pensare.

Heath LedgerIl film pecca di credibilità. I personaggi sono sempre uguali, sempre bellissimi (anche in overdose, ha dell’incredibile) e mai troppo magri o troppo sciatti nonostante gli anni dediti all’eroina. Dan, forse, è il peggiore dei due: perennemente rintronato, eccezion fatta per la truffa geniale che non si riesce bene a capire come sia riuscito ad escogitare.

La regia di Neil Armfield è interessante, soprattutto nell’uso delle soggettive e dei colori pastello che tinteggiano gran parte della fotografia, ma si perde nel seguire una sceneggiatura (firmata dallo stesso regista, in collaborazione con l’autore del romanzo da cui il film è tratto, Luke Davies) a tratti drammaticamente ridicola.


La locandinaTitolo: Paradiso + Inferno (Candy)
Regia: Neil Armfield
Sceneggiatura: Luke Davies, Neil Armfield
Fotografia: Garry Phillips
Interpreti: Abbie Cornish, Heath Ledger, Geoffrey Rush, Tom Budge, Roberto Meza Mont, Tony Martin, Noni Hazlehurst, Holly Austin, Craig Moraghan, John Lee, Noel Herriman, Tim McKenzie, Tara Morice, Maddi Newling, Patricia Lemon
Nazionalità: Australia, 2006
Durata: 1h. 48′


Percorsi Tematici

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Scrivi un commento







Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure puoi iscriverti alla pagina senza commentare.