Stai leggendo:

"La pazza gioia" di Paolo Virzì

25 maggio 2016 Recensioni 0 Commenti
La pazza gioia

01 Distribution, 17 Maggio 2016 – Malinconico

In una casa di cura per disturbi psichiatrici si incontrano per caso Beatrice e Donatella: due donne che più diverse non si potrebbe, ma ugualmente problematiche. Tra le due nasce fin da subito un’amicizia che le porta a fuggire dall’istituto dove vivono per cercare di riappropriarsi delle proprie vite…


Micaela Ramazzotti e Valeria Bruni Tedeschi in una scena di La pazza gioiaLa pazza gioia, l’ultimo film di Paolo Virzì, ha in sé una serie di valori aggiunti che ne fanno molto più dell’ennesima storia di fuga o di ricerca della felicità da commedia all’italiana, di cui comunque il regista toscano si conferma il migliore erede. Quello cui si assiste è un racconto non molto sorprendente ma toccante, abitato da una coppia di personaggi memorabili, frutto dell’ottima scrittura dello stesso Virzì e Francesca Archibugi. I due autori dimostrano di non perdere nemmeno per un momento la giusta sensibilità verso le protagoniste, personaggi fragili e pericolosi, per i microcosmi familiari che li circondano ma anche per il rischio di non suscitare l’empatia e la comprensione necessarie alla riuscita del progetto.

Micaela Ramazzotti e Valeria Bruni Tedeschi in un momento di La pazza gioiaIl viaggio intrapreso da Beatrice e Donatella scorre da un incidente all’altro in modo anche prevedibile, eppure non si smette mai di credere all’entusiasmo e alla febbre di vita che muove le due tragicomiche eroine del racconto. Semmai si può appuntare il fatto che la miscela di commedia e dramma non sia sempre perfetta, in particolare per alcune battute su sanità e malattia mentale che cadono quasi nel vuoto invece di sortire l’effetto sperato, ma per fortuna il livello generale dei dialoghi è più alto. Se nessuno nel cast di contorno si fa troppo notare, Micaela Ramazzotti veste bene un personaggio che pare esserle cucito addosso, e Valeria Bruni Tedeschi è semplicemente perfetta.

Micaela Ramazzotti e Valeria Bruni Tedeschi in La pazza gioiaCon La pazza gioia, Virzì riesce a offrire uno sguardo lucido eppure appassionato sul disagio mentale ed emotivo, riattraversando ancora una volta i luoghi di quella toscana che lo ha visto formarsi e che ama. Questo film rappresenta uno dei punti più alti della sua filmografia, e uno dei pochi tentativi davvero riusciti di replicare i fasti della migliore commedia italiana. Chapeau.


La locandina di La pazza gioiaTitolo: La pazza gioia
Regia: Paolo Virzì
Sceneggiatura: Francesca Archibugi, Paolo Virzì
Fotografia: Vladan Radovic
Interpreti: Valeria Bruni Tedeschi, Micaela Ramazzotti, Valentina Carnelutti, Anna Galiena, Marco Messeri, Tommaso Ragno, Bob Messini, Sergio Abelli, Marisa Borini, Bobo Rondelli
Nazionalità: Italia – Francia, 2016
Durata: 1h. 56′


Percorsi Tematici

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Scrivi un commento







Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure puoi iscriverti alla pagina senza commentare.

Incassi dal 23 al 25 settembre