Stai leggendo:

Girlfight di Karyn Kusama

13 marzo 2005 Recensioni 0 Commenti
Girlfight

KeyFilms, 8 Marzo 2001 – Insignificante

Diana Guzman è una diciottenne turbolenta proveniente da una disastrata famiglia di Brooklyn che convince l’allenatore del fratello a insegnarle la boxe. In qualche modo, il coach riesce a tenerne a freno l’aggressività e farne risaltare il talento naturale. Ma lasciare i problemi personali fuori del ring non è facile…


Michelle Rodriguez in GirlfightProdotto tra gli altri da John Sayles, Girlfight è stato uno degli apripista del filone cinematografico delle “Bad Girls”, ma vista la qualità di questo primo film diretto da Karyn Kusama si direbbe si sia trattato solo di una fortunata coincidenza. La pellicola ha pure il (dubbio) merito di aver lanciato Michelle Rodriguez, che però qui come in tutti i suoi film successivi non sembra per niente un’attrice di talento.

Michelle Rodriguez e Santiago Douglas in GirlfightGirlfight ci racconta una storia banale e prevedibile, con una sceneggiatura che non riesce a trasmettere il fascino della boxe ed arriva ad una conclusione davvero irritante. Dal punto di vista registico, poi, la Kusama non riesce mai a creare sequenze interessanti, dando il peggio di sé proprio quando l’azione si sposta sul ring. Le uniche note positive delle quasi due ore di proiezione sono le belle musiche del bravo produttore di soul Eugene McDaniels e di Teddy Shapiro e (ma solo a tratti) il lavoro del montatore Plummy Tucker. In fin dei conti, un film di cui si poteva tranquillamente fare a meno.


La locandina di GirlfightTitolo: Girlfight (Id.)
Regia: Karyn Kusama
Sceneggiatura: Karyn Kusama
Fotografia: Patrick Cady
Interpreti: Michelle Rodriguez, Jaime Tirelli, Paul Calderon, Santiago Douglas, Ray Santiago, Victor Sierra, Elisa Bocanegra, Shannon Walker Williams, Louis Guss, Herb Lovell, Thomas Barbour, Graciella Ortiz, John-Peter Linton
Nazionalità: USA, 2000
Durata: 1h. 50′


Percorsi Tematici

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Scrivi un commento







Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].