Stai leggendo:

Chuck di Philippe Falardeau

3 settembre 2016 Recensioni 0 Commenti
Chuck - The Bleeder

Ambi Pictures, ancora inedito – Piatto

Chuck Wepner, “il pisciasangue di Bayonne”, e’ un peso massimo di discreto livello scelto per combattere contro Muhammad Ali’ subito dopo l’incontro con Foreman a Kinshasa. Tutti prevedono un massacro di pochi round, e per lui arrivare in piedi alla fine del match sarebbe un successo…


E’ dall’incontro che ha opposto Muhammad Alì a Chuck Wepner il 24 marzo 1975, che Sylvester Stallone ha preso spunto per creare il personaggio di Rocky Balboa. Ma in Chuck il match e la sua preparazione sono raccontati rapidamente, perché è soprattutto il Chuck Wepner lontano dal ring che interessa gli autori. E il Chuck Wepner uomo ha poco a che fare con Rocky Balboa: donnaiolo, drogato e mezzo alcolizzato, è finito a combattere in esibizioni da circo che gli hanno permesso di mantenere un tenore di vita elevato (per gli standard del New Jersey) ma di certo non ne hanno salvaguardato il carattere. Non è un personaggio amabile, e anche guardando il film è difficile apprezzarlo veramente.

Chuck (presentato al Festival di Venezia col titolo The Bleeder) è un film interessante solo nella sua premessa – raccontarci la vera storia alla base di una storia che tutti conosciamo – ma non riesce ad andare oltre questo, nonostante qualche momento di sceneggiatura davvero brillante. Il quebecchese Falardeau (il cui Monsieur Lazhar è stato nominato all’Oscar per il miglior film in lingua straniera nel 2012) abusa di canzoni e filmati di repertorio, non trovando una linea stilistica pienamente coerente e non creando mai alcun guizzo nel ritmo e nella composizione visiva del film.

Il mimetico Liev Schreiber si dimostra un’ottima scelta per il ruolo di Chuck Wepner, ed è circondato dalle buone prove dei coprotagonisti principali. Ma alla fin della fiera si ha l’impressione che la vita che ci viene raccontata in Chuck non meriti più di tanto la nostra attenzione o il nostro tempo. L’esatto opposto di quelle che erano le intenzioni del film, e forse anche di ciò che realmente meriterebbe Wepner.


La locandina di Chuck (The Bleeder)Titolo: Chuck (Id.)
Regia: Philippe Falardeau
Sceneggiatura: Jeff Feuerzeig, Jerry Stahl
Fotografia: Nicolas Bolduc
Interpreti: Liev Schreiber, Ron Perlman, Elisabeth Moss, Jim Caffigan, Naomi Watts, Pooch Hall, Morgan Spector, Wass Stevens, Michael Rapaport, Melo Ludwig, Robert C. Kirk
Nazionalità: USA, 2016
Durata: 1h. 41′


Percorsi Tematici

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Scrivi un commento








Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].